BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
POZZUOLI - DOPO LA FORTE SCOSSA DI TERREMOTO IN SERATA IM MIGLIAIA IN STRADA PER LA NOTTE: In serata una forte scossa, di 4.4, ha veramente messo paira alla popolazione di Pozzuoli. In Milgiaia in strada, con la paura che si evidenziava senza chiedere nulla, molte le scene di ansia ed isterismo, causato da uno sciame sismico ULTIM'ORA CAMPLI FLEGREI - IN SERATA FORTE SCOSSA DI TERREMOTO 4.4, LA PIU' FORTE DEGLI ULTIMI QUARANTA ANNI: Non si placa la sciame sismico nella zona dei Campli Flegrei, ed in serata una delle scosse piu' forti. Ai Campi Flegrei è in corso uno sciame sismico, non ancora concluso, che ha fatto registrare oltre 20 terremoti nell'arco di CARSOLI - SI E' CONCLUSO IL PROGETTO DELLA CRI " DIARIO DELLA GENTILEZZA ": A Dicembre la CRI di Carsoli, aveva attuato il progetto DIARIO DELLA GENTILEZZA, consegnando dei Diari, in cui i ragazzi della 3 elementare delle scuole di Carsoli, Oricola, Pereto e Rocca di Botte avrebbero dovuto scrivere ogni giorno un gesto TAGLIACOZZO - SCIENZIATI DA TUTTO IL MONDO PER IL CONVEGNO INTERNAZIONALE SULL'EPILESSIA: Oltre sessanta persone tra medici, scienziati e ricercatori nel campo della neurologia sono a convegno da oggi, lunedì 20 maggio, fino al prossimo sabato 25, a Tagliacozzo. “International residential course on drug resistant epilepsies” è il nome di questo importante evento SARDEGNA IN TAVOLA - LASAGNA DI PANE CARASAU: Le lasagne di pane carasau sono un primo piatto ricco e gustoso, che ben si presta ad essere servito anche come piatto unico. Le lasagne di pane carasau sono una ricetta davvero originale: scoprirete che le classiche lasagne di pasta possono CARSOLI - LA ISON VOLLEY VINCE IL CAMPIONATO FEMMINILE DI PALLAVOLO: Un grande traguardo per le ragazze del Presidente Cimei, ed un garnde encomio per tutta la popolazione. La Ison Volley Carsoli vince il campionato di II Divisione Femminile del C.T. di Roma e passa in Prima Divisione. Un grande gruppo, TUFO DI CARSOLI - L'INTONACO ICONA DEL PAESE, STORIA DEL MAESTRO ALBERTO MANZI: Per chi non lo conoscesse Alberto Manzi è stato, negli anni cinquanta, un famoso maestro che nei primi anni della televisione, attraverso un famoso programma “Non è mai troppo tardi” insegnò a molti adulti, reduci dalla guerra e in gran TRASACCO - ERA IL 6 MAGGIO DEL 1976 SOTTO LE MACERIE RIMASE L'ALPINO PASQUALE PROBBO: In un attimo la terra tremo', era il 6 Maggio del 1976, ed un terremoto di magnnitudo 6.4 mise in ginocchio il Friuli. 965 morti e 2200 feriti, questo il bilancio catastrofico del terremoto. A pagare un pesante contributo, anche IL MIRACOLO DI SANTA RESTITUTA A LACCO AMENO AD ISCHIA: I miracoli di Santa Restituta sono testimoniati dai numerosi ex voto custoditi nella chiesa dedicata alla Santa, di cui oggi il popolo di Lacco Ameno e di tutta l’isola festeggia la ricorrenza. Infatti nel Santuario di Santa Restituta esiste una LANCIANO - EVENTO DI RISALTO CON LA FIERA DEL CALCIO: L'assessore allo Sport, Mario Quaglieri, l'assessore al Lavoro ed alle Attività Produttive, Tiziana Magnacca, ed il Sottosegretario con delega a Turismo e Programmazione, Daniele D'Amario, sono intervenuti, questa mattina, a Lanciano, al polo fieristico, in rappresentanza del Governo regionale, alla

IL VESCOVO DI FIRENZE BETORI:" I MIGRANTI NON SONO TROPPI. AL TERRORISMO SI RISPONDE CON PIU' ACCOGLIENZA. BASTA MURI"

L'Arcivescovo di Firenze Cardinale Giuseppe Betori L'Arcivescovo di Firenze Cardinale Giuseppe Betori

Redazione-L’arcivescovo di Firenze segue alla lettera la dottrina bergogliana e nega l’evidenza sulle questioni di immigrazione e terrorismo islamico. Per il prelato non c’è relazione tra terroristi e richiedenti asilo (lo smentiscono i fatti), e sostiene che il fenomeno migratorio in Italia è sopravvalutato, insomma, non ne sono entrati abbastanza. Poi dichiara: “Per fermare il terrorismo islamico ci vuole più accoglienza. Basta muri”. Isis se la ride e ringrazia, la Chiesa cattolica si già arresa alla conquista islamica dell’Occidente.

Il fenomeno migratorio in Italia? “È sopravvalutato e ci si dimentica che la nostra stessa identità ne è frutto”. Lo ha detto l’arcivescovo di Firenze, cardinale Giuseppe Betori all’assemblea del clero che si è tenuta alla Casa di spiritualità “Elia Dalla Costa” a Lecceto.

Il cardinale di Firenze: “Basta con i muri”

Per il prelato toscano, «si tratta di porsi di fronte alle migrazioni contemporanee, legate a contesti di guerra e di povertà estreme, con uno spirito che unisca al tempo stesso accoglienza per l’altro riconosciuto come fratello e consapevolezza della propria identità culturale e religiosa nel momento in cui ci si pone in dialogo. Pensare di arginare i fatti con i muri e i divieti è puramente illusorio; cercare di orientarli attraverso politiche di cooperazione e di coordinamento, come i corridoi umanitari, non solo è saggio ma è anche capace di evitare gli esiti più distruttivi, come le morti in mare, e di generare prassi virtuose, con la prudenza che fa i conti con le concrete possibilità».

Per il prelato di Firenze “il terrorismo non ha relazione con i profughi”

L’arcivescovo ha poi riflettuto sulla connessione che a volte viene istituita tra la presenza dei profughi richiedenti asilo e gli atti terroristici: è «una connessione indebita, in quanto il terrorismo è espressione di altra natura, che si innesta su rivendicazioni di dominio all’interno del mondo musulmano e di nuclei politici violenti in esso che fanno uso perverso della religione e si oppongono alla cultura dell’occidente».

“I profughi vanno accolti a Firenze e integrati”

«Al terrorismo si risponde rafforzando le ragioni della nostra identità – perché no, mostrando quanto i suoi valori debbono alla radici cristiane – e reprimendo la violenza in tutte le sue forme», ha argomentato l’arcivescovo di Firenze. La seconda riflessione ha riguardato invece l’accoglienza dei profughi, «che vede protagoniste non poche nostre comunità. Ringrazio quanti sono impegnati su questo fronte e invito tutti a dare, nelle modalità per loro possibili, il loro contributo. Promuovere percorsi di accoglienza e di integrazione favorisce la pace sociale e

prepara un futuro più sicuro per tutti»

Fonte:riscattonazionale.it

Ultima modifica ilLunedì, 25 Settembre 2017 12:07

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.