BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
CALABRIA - DAD PER LA SCUOLA DELL'INFANZIA, ASSURDITA' O NORMALITA': Da due anni, che il covid ci funesta, tra positivi e assurde avversità di gestione. La scuola, è quella che ha avuto piu' varianti, ma non del virus, ma di gestione, dai banchi a rotella, sfrattati dopo un mese, fino MESSINA - IL SINDACO CONTRO IL GREEN PASS: "Lo Stato ci ha posto sotto sequestro violando il  principio di continuità territoriale! Sì al Super Green Pass per prendere i traghetti ma con gradualità. Io da Villa San Giovanni vado in tutta Europa senza Super Green pass. Dalla Sicilia rimango CONTINUANO GLI AUMENTI, ZUCCHERO E CAFFE', AL BAR CAFFE' AD UN EURO E MEZZO: E' un contnuo di rincari, dall'energia elettrica all'alimentare, senza che il gverno freni questa ecalation asurda. Le quotazioni del caffè arabica sono aumentate dell’80% mentre quelle del robusta sono salite del 70% lo scorso anno ma a crescere sono i prezzi CAMPO FELICE - 2' TROFEO APPENNINO CUP: In questo weekend di metà gennaio si sta tenendo la seconda edizione dell’Appennino Cup di sci alpini, che vedrà oltre 300 ragazzi competere nelle specialità di slalom e gigante.Questa iniziativa è stata organizzata e voluta dagli sci club Livata e Orsello-Magnola CARSOLI - SONO 219 GLI ATTUALI POSITIVI, DI CUI SEI IN OSPEDALE: Ancora in aumento i èpstovo al covid nel territorio Carseolano, infatti sono 219 i positivi, di cui 6 in ospedale. Si parla di circa 200 persone in quarantena, e tra positivi e quarantena, il paese si svuota, con molte attività ROCCA DI BOTTE - ATTUALMENTE SONO 23 I POSITIVI NEL TERRITORIO: Nel territorio comunale di Rocca di Botte risultano 23 persone positive al Covid-19, di cui 14 residenti e 9 domiciliati. Alle persone, già in isolamento da tempo, l'amministrazione comunale una pronta guarigione e raccomandiamo a tutta la popolazione, massima attenzione e RINVIO SPETTACOLI PRESSO IL CASTELLO ORSINI COLONNA DI AVEZZANO E IL TEATRO COMUNALE DI CIVITELLA ROVETO: Redazione- A causa dell’aumento dei contagi da Covid 19 e per permettere a tutto il pubblico di poter vivere con maggiore serenità le diverse programmazioni teatrali previste, la direzione artista del Teatro OFF di Avezzano ha deciso di rinviare la CARSOLI - LUNEDÌ 17 GENNAIO SI TORNA A SCUOLA IN PRESENZA: Redazione- Oggi scadeva l'ordinanza del Sindaco Nazzarro, che le lezioni, dopo la pausa natalizia, sarebbero state in DAD.Da lunedì 17, il dirigente scolastico ha disposto le elezioni in presenza. ABRUZZO - LA REGIONE RESTA IN ZONA GIALLA: Redazione- L’Abruzzo resta in zona gialla, anche se sinceramente sarebbe difficile capire la differenza con quella arancione anche per chi ha scritto i decreti legge. Anche per questo tutte le Regioni stanno chiedendo al Governo di modificare questa classificazione. Chiediamo EFFETTO DRAGHI - A FEBBRAIO ARRIVANO LE " BOLLETTE RAPINA ": Una stangata, per alcuni definitiva, quella delle prossime bollette di luce e gas, che dal primo Gennaio sono aumentate per alcuni casi, addirittura il 58 %. Si parla addirittura di un esborso, per le famiglie, di circa 1300 euro annui.

DON ALESSANDRO MINUTELLA: -BERGOGLIO E' FALSO, ACCOGLIENDO GLI ISLAMICI NELLE CHIESE LE DISSACRA. HO TUTTI CONTRO, NON HO PAURA-

Don Alessandro Minutella Don Alessandro Minutella

Redazione-“Bergoglio è falso, accogliendo i musulmani nelle chiese le si dissacrano. Non ho paura, ma so che ho contro, oltre alla falsa Chiesa, anche la massoneria”. Sono le durissime parole di don Alessandro Minutella, un prete ribelle siciliano considerato eretico dalla Chiesa bergogliana  e sospeso dal vescovo di Palermo. Minutella da anni combatte contro la massoneria dentro “la chiesa falsa di Bergoglio”, per questo è stato messo all’angolo e delegittimato.

Il vescovo di Cagliari ha scelto di accogliere l’eretico Enzo Bianchi, per lui tappeti bianchi come fosse il messia, per un prete che porta la Madonna pellegrina la scomunica”. Così don Alessandro Minutella: siciliano, indossa tonaca e collarino ecclesiastico nonostante la sospensione “ad divinis” del vescovo di Palermo. Nell’incontro a Cagliari con una cinquantina di persone all’Hotel Sardegna, il don sceglie di raccontare a Cagliari Online la sua verità. Condita da accuse ben mirate contro i piani alti della Chiesa, partendo dalla Diocesi cagliaritana: la posizione criticissima nei suoi confronti “dimostra con chiarezza che siamo in presenza di due modelli di Chiesa, uno che dice di evolversi con le cosiddette novità di Bergoglio, che sono un tradimento vistoso e palese del tradimento di fede, e l’altra che è una piccola voce, quella di don Minutella, che vuole rimanere fedele alla sana dottrina cattolica”. Roba da esperti di diritto canonico e dintorni, insomma.

Ma cosa non andrebbe in quella “mamma Chiesa” che prima l’ha formato e poi – dopo una serie di attacchi ricevuti – ha deciso di sospenderlo dal ruolo di prete? “Sostanzialmente c’è un tentativo di cambiamento di paradigmi che costituisce un palese tradimento della sacra scrittura. Sulla comunione ai divorziati e risposati Bergoglio si è fatto furbo non dicendo né sì né no, in realtà ha detto di sì, con quello che i vescovi argentini hanno affermato. Il Papa, come insegna la Chiesa, anche il Concilio vaticano secondo, con la ‘lumen gentium’ e il codice del diritto canonico, è fondamento visibile dell’unità nella carità. Lui non è il Papa, il conclave è nullo perché pilotato, tutti quelli che ne erano consapevoli sono scomunicati. Da quando c’è questo falso Papa ha di mira la distruzione dello spirito cattolico in vista di qualcosa di cui non si è ancora consapevoli”. Durante l’omelia nella saletta dell’hotel, Minutella fa anche un passaggio legato alle differenze tra cristiani cattolici e musulmani: “Oggi noi accogliamo i nostri amici musulmani in Italia, e permettiamo loro di profanare le chiese e i luoghi di culto con dei pranzi. Ci sono tante strutture che la Caritas possiede nelle varie curie diocesane, allora c’è proprio un progetto di dissacrazione dei luoghi di culto, non da parte dell’Islam ma da parte della sinagoga bergogliana”.

Frecciate e attacchi al calor bianco contro la Chiesa da parte di un prete: don Minutella ha paura? “No, ma non c’è peggior sordo di chi non vuole sentire. Io sono dentro la Chiesa, chi segue Bergoglio, vescovi, cardinali, preti, laici, sono eretici e incorrono nel peccato di apostasia. Di cosa devo aver paura? Se è vero che stanno giocando in maniera onesta e trasparente, io dovrei uscire di qui tranquillamente. E invece ci sono fedeli molto preoccupati, perché evidentemente quel ‘sensus fidei’, quel fiuto che soprattutto le donne hanno di capire come stanno le cose, fa loro intendere che io non devo più restare solo”. Perché? “Perché dall’altra parte

non c’è solo Bergoglio e la falsa Chiesa ma c’è la massoneria”.

Fonte:riscattonazionale.org

Ultima modifica ilLunedì, 30 Luglio 2018 15:40

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.