BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
DOMENICA 17 OTTOBRE LA RUBRICA DI MICHELE FINA CON ELSA FLACCO ED EMMA POMILIO: Redazione- Saranno le scrittrici Emma Pomilio ed Elsa Flacco le ospiti dell’81esimo incontro della rubrica di Michele Fina “Dialoghi, la domenica con un libro”. Si discuterà del libro di Flacco "Italico" (Chiaredizioni). Il dialogo sarà trasmesso su Facebook domenica 17 ottobre alle 18 sulla pagina Immaginaweb. Radio Immagina - FLAUTISSIMO 2021- | LA CITTA' E IL DESIDERIO XXIII EDIZIONE: Redazione- Flautissimo torna con i suoi spettacoli di teatro e musica al Teatro Palladium di Roma per festeggiare i suoi trent’anni e le sue ventitré edizioni. Nato come evento biennale, il festival romano è una manifestazione che affonda le sue radici IL SINDACO DI BOLOGNA INCONTRA I CANDIDATI DEL CENTROSINISTRA IN ABRUZZO: Redazione- Si è svolto un incontro online tra l’appena eletto primo cittadino di Bologna Matteo Lepore e i candidati sindaco e la candidata sindaca del centrosinistra in Abruzzo: Luisa Russo a Francavilla al Mare, Gianfranco Di Piero a Sulmona, Francesco CONTRO IL GREEN PASS E L'OBBLIGO VACCINALE COVID 19 SUI MINORI: Redaziione- Precisano  in  una nota  congiunta  Sonia  ARINA,   Francesco CIATTONI, Nico LIBERATI,  Beatrice MARINELLI , Marco GAMBINI ROSSANO, portavoce  dei  sit-in  ‘No  Green  pass’  in  Abruzzo  e  Marche . "Obbedienti alla costituzione, pacificamente, continuiamo a manifestare  il nostro dissenso, contro il E' ONLINE -DAMMI UNA MANO- DI MAX RASA: Redazione- Ritorna Max Rasa, front man dei “Cani Bastardi Band”, con “Dammi una mano”, un rock melodico intenso e immediato che, raccontato da un videoclip davvero bello, affronta il complesso complicato ed eterno tema dei conflitti generazionali. Il rapporto genitore-figlio PRESENTAZIONE LIBRO| -UNA DONNA IN GABBIA- DI ANTONELLA POLENTA: Redazione- Finalmente Casa Cantoniera riapre le porte al pubblico!!! Domenica 17 ottobre 2021 dalle ore 11:00, la scrittrice Antonella Polenta presenterà il suo libro “Una donna in gabbia”. Noi della Comunità Giovanile di Arsoli TNT vi aspettiamo presso la nostra IL 15 OTTOBRE 1872 NASCEVA IL CORPO DEGLI ALPINI: Redazione- Costituiti il 15 ottobre 1872, gli Alpini propriamente detti sono il più antico Corpo di Fanteria da montagna attivo nel mondo, originariamente creato per proteggere i confini montani settentrionali dell'Italia con Francia, Impero austro-ungarico e Svizzera Nel 1888 gli Alpini furono inviati alla loro prima ABRUZZO SANITA' - DA LUNEDI NUOVE REGOLE PER L'ACCESSO AI REPARTI OSPEDALIERI:  Redazione- Da lunedì 18 ottobre cambiano le modalità di accesso di visitatori e accompagnatori nei reparti ospedalieri, nelle sale d'attesa dei pronto soccorso e nelle strutture residenziali della rete territoriale.Lo comunica l'Assessorato alla Sanità, specificando che le nuove disposizioni saranno GRUPPO CONSILIARE UNIONE CIVICA PER CARSOLI| A TELECAMERE ACCESE: Redazione- Dal Gruppo Unione Civica per Carsoli, riceviamo ed integralmente pubblichiamo il seguente comunicato:<< Ancora una volta si sono verificati atti vandalici nel nostro territorio che, questa volta, hanno riguardato il nuovo edificio scolastico, inspiegabilmente senza copertura di telecamere, come, sembra, sia POSTE ITALIANE: AD AVEZZANO 6 NUOVI TRICICLI TERMICI “BASSE EMISSIONI” PER LA CONSEGNA DI CORRISPONDENZA E PACCHI: Garantiranno più sicurezza negli spostamenti e maggiore capacità di carico per i portalettere per un servizio di recapito più efficiente      Redazione-– Mezzi ecologici per consegne più “green” e sicure ad Avezzano. Sono entrati in funzione, infatti, 6 nuovi tricicli termici a

L'ARCIVESCOVO ALBERTO BOTTARI DE CASTELLO SI SCHIERA A FAVORE DI SALVINI E ORBAN: -AIUTIAMOLI A CASA LORO-

L&amp;#039;arcivescovo Bottari de Castello L'arcivescovo Bottari de Castello

Redazione-L'arcivescovo Bottari de Castello ha dichiarato che un intervento mirato, in materia d'accoglienza, sarebbe quello di aiutarli a casa loro. Le battaglie di Orban, almeno in buona parte, sarebbero condivisibili.L'arcivescovo Alberto Bottari de Castello si schiera dalla parte di chi vorrebbe vedere qualcosa di diverso rispetto alla promozione di un'accoglienza indiscriminata dei migranti.

Il dibattito è cresciuto di tono subito dopo la pubblicazione della copertina dell'ultimo numero di Famiglia Cristiana. Se tanti ecclesiastici sono sembrati favorevoli all'associazione pubblicata in bella vista dal settimanale cattolico, qualcuno ha invece rilasciato dichiarazioni critiche. Tese, magari, a sostenere l'operato dell'inquilino del Viminale. Com'è successo nel caso del vescovo di Chioggia. Bottari, del resto, ha anche un trascorso in Ungheria come nunzio apostolico. "Le sue idee sono in gran parte condivisibili, alcune poco. Ma va capito", ha dichiarato riferendosi a Viktor Orban, che tra i leader europei è forse quello che si è dimostrato più deciso in relazione all'introduzione di politiche restrittive sull'immigrazione.

Come riportato dal Corriere del Veneto, l'arcivescovo si è anche soffermato sugli appelli fatti dai presuli africani, quelli mirati a far sì che i giovani restino all'interno del continente di provenienza. L'episcopato africano, questo è un fatto abbastanza noto, ha più volte ribadito la necessità di "chiudere i rubinetti". In principio era stato il cardinale Turkson a usare quest'espressione. Poi sono stati tanti gli uomini di Chiesa che si sono appellati all'occidente affinché venga posto un freno alla "tratta di schiavi". "I vescovi dell’Africa - ha scandito monsignor Bottari - ci chiedono di aiutare questi giovani a non scappare. È importante farli studiare e lavorare". Il futuro dell'Africa, per qualcuno, deve rimanere nelle mani degli africani. Poi il virgolettato sui migranti destinato, con ogni probabilità, a far discutere: "Aiutiamoli piuttosto a casa loro".

La presa di posizione dell'arcivescovo è particolarmente piaciuta a Silvia Rizzotto, capogruppo della Lega in Regione Veneto, che ha parlato di "un discorso chiaro e senza fronzoli", che è stato "pronunciato da un pastore che porta l’odore delle pecore, come esorta quotidianamente Papa Francesco, e che quindi tocca con mano ogni giorno i problemi, le attese e le speranze delle comunità di credenti affidate alle loro cure". Un altro presule, insomma, ha evidenziato la necessità di mettere in pratica interventi che tutelino e garantiscano il "diritto a non emigrare", così come lo ha chiamato,

in una sua storica riflessione, l'allora papa Benedetto XVI.

Fonte:ilgiornale.it

Ultima modifica ilVenerdì, 10 Agosto 2018 21:15

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.