BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
BALSORANO - RINNOVO PASSAPORTO ALLE POSTE, AL VIA IN ABRUZZO: Un amministrazione piu' snella, quellamper ilo rinnovo del passaporto, infatti da oggi si potrà rinnovare anche in posta. In Abruzzo parte da Balsorano il servizio di richiesta e rinnovo passaporti negli uffici postali dei Comuni abruzzesi inclusi nel progetto 'Polis' SAN BENEDETTO DEI MARSI - 107 ANNI FA NASCEVA SABINA SANTILLI FONDATRICE DELLA LEGA DEL FILO D'ORO: Sabina Santilli nacque il 27 Maggio del 1917 a San Benedetto dei Marsi. A soli 7 anni una meningite la rese sorda e cieca, ma i suoi genitori non si diedero per vinti e la iscrissero all’istituto per ciechi Augusto CARSOLI - GRANDE SUCCESSO PER LA "CASA MOBILE DELLA SALUTE" 461 ACCESSI IN UNA SETTIMANA: Un grande successo, a Carsoli, per la CASA MOBILE DELLA SALUTE, con 461 accessi per 820 prestazioni in una settimana. Un ottima risposta del territorio, con 65/75 accessi al giorno, per tutta la settimana a disposizione. La Casa della Salute ORICOLA - SPETTACOLO DI FINE ANNO SCOLASTICO ALLA SCUOLA LIVIO MARIANI, EMOZIONI E RICORDI: Oggi, con cuore grato e occhi lucidi di commozione, salutiamo i nostri adorati bambini di quinta, che stanno per concludere il loro percorso alla scuola primaria. Questi anni sono stati un'avventura straordinaria, un mix di emozioni, sfide e preziosi momenti SANTE MARIE - TORNA IL CENTRO ESTIVO: A partire dal 10 giugno, e fino al 23 agosto, sarà attivo nei locali della scuola dell'Infanzia Pio XII di Sante Marie il centro estivo "R-estate con noi".Il centro sarà aperto per i bambini dai 2 ai 10 anni che TERAMO - LO SPLENDITO CASTELLO DELLA MONICA: Il Castello Della Monica è unicum architettonico nell’intero panorama nazionale per la sua specificità progettuale: infatti è stato progettato e realizzato come dimora personale dall’artista teramano Gennaro della Monica (architetto, scultore e pittore, vissuto a cavallo tra Ottocento e Novecento, AVEZZANO - CARABINIERI IN COMUNE PER LA RIMOZIONE DELLA PISTA CICLABILE PER IL GIRO D'ITALIA: Da subito, alcune azioni eseguite, per preparare al meglio l'arrivo del Giro D'Italia ad Avezznao, sono sembrate eccessive, ed esose. La Procura della Repubblica di Avezzano ha aperto un fascicolo, con correlata inchiesta sulla rimozione della pista ciclabile, in centro FOSSACESIA - LA SPLENDIDA ABBAZIA DI SAN GIOVANNI IN VENERE: L’Abbazia di San Giovanni in Venere, di origine benedettina, è situata a quota 107 ml sul livello del mare ed è composta da un edificio di culto a pianta basilicale a tre navate e da un monastero con chiostro centrale, LICENZA - SERATA EVENTO PRESSO LUISELLA DANCIMG CON MUSICA DAL VIVO DEI LISCIO BY NIGHT: Sabato 1 Giugno tornano le serate evento presso la splendita sala di LUISELLA DANCING a Licenza. Sabato prossimo, la musica dal vivo sarà curata dai LISCIO BY NIGHT con Giancarlo e Pasqualino. L'ultima serata, prima della chiusura estiva, che conclude REGGIO CALABRIA - NEGLI SCOGLI DI VILLA SAN GIOVANNI TROVATO UNO ZAINETTO CON UN NEONATO MORTO: Sugli scogli di Villa San Giovanni, in provincia di Reggio Calabria, è satto trovato uno zaino, tipo scolastico, con dentro il corpicino di un neonato morto. Superato lo shock iniziale dei pescatori che ieri hanno ritrovato il corpo, adesso le

CINEMA - 57 ANNI FA SI SPEGNEVA UNA STELLA, MORIVA IL GRANDE TOTO'

Totò e De Filippo Totò e De Filippo

Redazione-  Antonio Griffo Focas Flavio Angelo Ducas Comneno Porfirogenito Gagliardi De Curtis di Bisanzio, per l’eternità noto come Totò, lo aveva previsto: solo alla sua morte gli avrebbero riconosciuto lo status di grande artista e così fu, nonostante la sua poesia più nota dicesse il contrario («‘A morte ‘o ssaje ched’è? È una livella»).Era il 15 aprile 1967. Il Principe della risata si spegne nella sua abitazione di via dei Monti Parioli 4, a Roma, in seguito a due giorni di agonia dovuti a un attacco cardiaco. «Cafie’, non ti nascondo che stasera mi sento una vera schifezza»: a bordo della sua Mercedes, Totò parlava così al suo autista Carlo Cafiero, che lo stava accompagnando a casa la sera del 13 aprile. Arrivato a casa, il sorriso della compagna Franca Faldini, allora attrice di un certo successo e in seguito giornalista e scrittrice, gli restituì un po’ di serenità. Dopo mangiato, però, il comico sessantanovenne accusa dei forti dolori allo stomaco che lo inducono a chiamare il suo medico di fiducia il quale, dopo avergli somministrato dei farmaci, gli raccomanda il riposo. Totò trascorre sereno l’ultimo giorno della sua vita facendo progetti per il futuro.Alle 3.30 del 15 aprile Totò spira, all’ora in cui era solito andare a dormire. Pochi giorni prima, in un’intervista aveva dichiarato: «Chiudo in fallimento. Nessuno mi ricorderà». Mai profezia fu tanto falsa. Il 17 aprile alle 11.20, dopo una semplice benedizione nella chiesa di Sant’Eugenio in viale Belle Arti, la salma inizia l’ultimo viaggio in direzione di Napoli. Giunge nella città natia alle 16.30 e già vicino al casello dell’autostrada del Sole c’era una marea di gente.

La Basilica del Carmine Maggiore è stipata da tremila persone mentre altre 100.000 sono assiepate nella piazza antistante per l’ultimo saluto al grande figlio di Napoli. Sulla bara, la bombetta con cui aveva esordito e un garofano rosso. Attimi di commozione pura, la sua Napoli tutta intorno a lui, molte le persone che per il dolore, e l'emozione, hanno bisogno dell'intervento dei soccorsi sanitari. Con grande voce, durante il funerale, il suo grande amico Nino Taranto, chiede di unirsi al dolore per la perdita del grande Toto'.

Ultima modifica ilGiovedì, 18 Aprile 2024 06:13

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.