BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
CARSOLI | CI HA LASCIATO ELIGIO FERRARI: Redazione- Un grave lutto ha colpito questa mattina, purtroppo la comunità della Piana del Cavaliere e Carsoli. Dopo un breve malattia, è mancato all'affetto dei suoi cari e della comunità, ELIGIO FERRARI. Ci stringiamo al dolore della famiglia e di coloro PAPA FRANCESCO: "APRIAMO IL NOSTRO CUORE AI RIFUGIATI, IMPARIAMO DALLA LORO CORAGGIOSA RESILIENZA": Redazione- “Apriamo il nostro cuore ai rifugiati, facciamo nostre le loro tristezze, le loro gioie, impariamo dalla loro coraggiosa resilienza. Cosi tutti insieme faremo crescere una comunità più umana, una sola grande famiglia”, ha sottolineato Papa Francesco. “Liberiamoci dalla falsa religiosità” “Non SUMMER FASHION ART 2021| UN INNO ALLA VITA PER LA RIUSCITA CHE GUARDA IL FUTURO: Redazione- Si è svolta il 19 giugno la IV edizione del “Summer Fashion and Art 2021” ideata dalla stilista Eleonora Altamore, dedicata alla moda, all’arte, alla solidarietà ed anche alla musica.Una serata all’insegna della creatività, della positività, un inno alla MICHELE FINA INCONTRA LO STORICO GENTILONI E GIOVANNI LOLLI: Redazione- La fase di costruzione della democrazia dal secondo Dopoguerra ai giorni nostri. Nel 64esimo incontro della rubrica di Michele Fina “Dialoghi. La domenica con un libro” è stato presentato il libro “Storia dell’Italia contemporanea 1943 – 2019” (Il Mulino), SICUREZZA, SALVINI: “IN ARRIVO PIÙ FORZE DELL’ORDINE A TERAMO”: Redazione- “Rinforzi in arrivo in provincia di Teramo, con più di 16 donne e uomini in divisa che andranno ad arricchire l’organico delle Forze dell’Ordine da metà luglio a metà settembre. È una risposta concreta alle necessità del territorio in SICUREZZA, SALVINI: “IN ARRIVO PIÙ FORZE DELL’ORDINE A CHIETI": Redazione- “Rinforzi in arrivo in provincia di Chieti, con più di 18 donne e uomini in divisa che andranno ad arricchire l’organico delle Forze dell’Ordine da metà luglio a metà settembre. È una risposta concreta alle necessità del territorio in FAVORI ALLE MULTINAZIONALI A DANNO DEI CITTADINI: Redazione- Dal consigliere di opposizione del gruppo "Unione Civica per Carsoli" Domenico D'Antonio, riceviamo ed integralmente pubblichiamo il seguente suo comunicato:<<Consiglio Comunale del 17 giugno 2021, altra decisione sciagurata e deleteria per le casse comunali.La maggioranza, contravvenendo alle più elementari CAPACI E VIA D' AMELIO | IL GRANDE MISTERO SUI BOMB-JAMMER: Redazione - Quando giorni fa hanno trasmesso il servizio televisivo delle IENE riguardante il Bomb Jammer, ( https://www.iene.mediaset.it/video/bomb-jammer-falcone-e-borsellino_1050220.shtml ) subito abbiamo ipotizzato che al centro di questo scoop c’era lo zampino di Francesco Macri', esperto in Sicurezza e specializzato proprio Il NO DEI CITTADINI AL CENTRO DI RACCOLTA RIFIUTI AD ARSOLI: Redazione- Da qualche giorno ad Arsoli si è costituito, con il nome “ARSOLIbera”, un Comitato Civico che ha lo scopo di fermare la realizzazione di un Centro Raccolta Rifiuti Comunale a poche centinaia di metri dal centro del paese e PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA IL TOUR DEI DINOSAURI IN CITTA': Redazione- Viaggio esplorativo nella preistoria un ‘esperienza emozionale, ludica e didattica unica, che arriva per la prima volta in Italia dall’Inghilterra, produzione di una grande azienda inglese è il tour itinerante di “ DINOSAURI IN CITTA’ “.Prima Tappa a Marino

IL 20 FEBBRAIO SI FESTEGGIA SANTA GIACINTA MARTO, LA PASTORELLA VEGGENTE DELLA MADONNA DI FATIMA

Santa Giacinta Marto Santa Giacinta Marto

Redazione- Nel giorno della sua morte si festeggia la pastorella della madonna di Fatima. Giacinta Marto, Jacinta de Jesus Marto, settima figlia di Manuel Pedro Marto e Olimpia de Jesus, era una pastorella nata ad Aljustrel, in Portogallo l'11 marzo 1910, ma è diventata famosa, assieme a suo fratello Francisco e alla loro cuginetta Lucia, per essere stata testimone di alcuni eventi miracolosi: le apparizioni della Madonna.Giacinta era una bambina come le altre e conduceva una vita semplice: le piaceva giocare e ballare quando possibile.Ma la sua esistenza cambiò quel 13 maggio 1917 quando, in un luogo chiamato Cova da Iria, nei pressi di Fatima, assistè alla prima apparizione di quella conosciuta in seguito come Madonna di Fatima.Nonostante la sua giovanissima età il cambiamento fu radicale, ella infatti si fece seria e modesta, e il suo spirito di sacrificio divenne parte integrante della sua giovane vita: si privava anche della merenda per aiutare i bambini di due famiglie bisognose, e la sua preoccupazione più grande era la salvezza delle anime dei peccatori, per le quali pregava ininterrottamente.Per i successivi sei mesi da quella prima apparizione, così come aveva loro annunciato la “Signora più brillante del sole” tornarono in quel luogo ogni 13 del mese fino per raccogliere il Suo messaggio.Nella sua semplicità capì che l'inferno era una realtà terribilmente seria e che a lei era chiesto di impegnarsi perché tante persone potessero evitare un castigo così severo. Continuava a chiedere a Lucia: «Non si esce mai di là?» «No». «E dopo tanti e tanti anni?» «No, l'inferno non finisce mai». «E se noi preghiamo molto per i peccatori, Nostro Signore li libererà di lì? Poverini! Dobbiamo fare tanti sacrifici».Giacinta fu vittima dell'epidemia di febbre spagnola che la colpì assieme a tante altre persone e morì all'età di 9 anni il 20 febbraio 1920. Beatificata da Giovanni Paolo II il 13 maggio 2000, è stata proclamata santa da Papa Francesco il 13 maggio 2017, in occasione del centenario della prima apparizione. Il suo corpo attualmente è conservato nel Santuario di Fatima.«Un giorno, quando Giacinto e Francesco avevano ormai contratto la malattia che li costringeva a letto, la Vergine Maria venne a visitarli in casa, come racconta Giacinta: "A me ha chiesto se volevo ancora convertire peccatori. Le ho detto di sì: E, quando si avvicina il momento della dipartita di Francesco, la piccola gli racco-manda: "Da parte mia porta tanti saluti a nostro Signore alla Madonna e di' loro che sono disposta a sopportare tutto quanto vorranno per convertire i peccatori". Giacinto potrebbe benissimo esclamare con san Paolo: "Mi rallegro di soffrire per voi, completando in me stesso quello che manca alle tribolazioni di Cristo a vantaggio del suo corpo che è la Chiesa"» (Giovanni Paolo li).

MARTIROLOGIO ROMANO. In località Aljustrel vicino a Fatima in Portogallo, Santa Giacinta Marto, che, sebbene ancora fanciulla di tenera età, sopportò con pazienza il tormento della malattia da cui era affetta e testimoniò con

fervore la sua devozione alla beata Vergine Maria.

Ultima modifica ilSabato, 20 Febbraio 2021 13:40

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.