BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
L'INFERNO E' SCESO IN ABRUZZO BRUCIA MEZZA REGIONE: Una giornata per la nostra regione da dimeticare, afferrata da ogni dove da incendi, sfollamenti e tanta paura.  La Costa dei Trabocchi è sotto l’attacco del fuoco, completamente bruciata la pinetina di Vallevò storico polmone verde sul mare che sovrasta l’omonimo CARSOLI - DOPO GIORNI SENZA POSITIVI TORNA UNA SEGNALAZIONE DI POSITIVITA': L'ASL ha comunicato al Sindaco elia Nazzarro, la positività di un cittadino Crseolano, si tratta di una persona non vaccinata, che in qesto moment si trova in isolamento fiduciario presso la propria abitazione.  CARSOLI- GRANDE SUCCESSO PER IL PRIMO RADUNO REGIONALE VESPA:  Una domenica all'insegna della Vespa, quella appena trascorsa a Carsoli, e tutto grazie al VESPA CLUB CARSOLI, e al suo presidente Fulvio De Santis. Una splendita manifestazione, ce ha portato nel borgo di Carsoli tantissime Vespa, recenti e datate, ma INCENDI, PD| PREOCCUPAZIONE, IMPEGNO MASSIMO E COESIONE NECESSARIA: Redazione- “Il Partito Democratico regionale esprime sconcerto e preoccupazione per la gravità dell’emergenza che stanno affrontando diversi territori, a cominciare dalla città di Pescara, a causa degli incendi che si sono sviluppati nella giornata di oggi”: lo dichiarano Michele Fina ARICCIA| FANTASTICHE VISIONI: Redazione- Palazzo Chigi di Ariccia (RM) ospita fino al 13 agosto Fantastiche Visioni, un’occasione per rivivere le bellezze architettoniche seicentesche, che incontrano quelle letterarie dell’Italia rinascimentale, la musica popolare e un ironico salto negli Anni Ottanta. Tutto questo attraverso un SOLIDARIETA' AL PROF. GRAVELLI, CAVALIERE AL MERITO DELLA REPUBBLICA: Redazione- “E' paradossale che da Galileo a Semmelweis la storia delle inutili repressioni del pensiero scientifico non abbia insegnato la prudenza alle autorita' decisionali” "Siamo pertanto completamente solidali con il il Prof. Garavelli, minacciato di provedimenti disciplinari per aver osato esprimere, pur in NELLA CHIESA DI SAN GIOVANNI AD AVEZZANO LE SPOGLIE MORTALI DELLA SERVA DI DIO MADRE MARIA TERESA CUCCHIARI: Redazione- Si è tenutai, 31 luglio, alle 10.30, nella chiesa di San Giovanni ad Avezzano, la solenne Celebrazione Eucaristica, presieduta dal Monsignor Pietro Santoro, dedicata alla Serva di Dio Madre Teresa Cucchiari, fondatrice, nel 1762, dell'istituto religioso femminile delle Suore NASCE SPAZIO TEVERE POINT: Redazione-  il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti ha inaugurato il Centro di Sosta Tevere Point, uno spazio gestito da Under35 volto ad agevolare la fruizione della Valle del Tevere e a consolidare il percorso ciclopedonale tra la Riserva Regionale TIQ | TEATRO IN QUOTA 2021 IL LINGUAGGIO PRESENTE (10 - 23 AGOSTO 2021): Redazione- Linguaggio: In senso ampio, la capacità e la facoltà, peculiare degli esseri umani, di comunicare pensieri, esprimere sentimenti, e in genere di informare altri esseri sulla propria realtà interiore o sulla realtà esterna, per mezzo di un sistema di MANTOVANELLI | PITTORE E SCENOGRAFO VENETO A L’AQUILA (1951-1981): Redazione- Neanche i tanti rinvii provocati dal Covid-19 sono riusciti a spegnere gli entusiasmi e a frenare le iniziative della One Gallery, che giovedì 5 agosto alle ore 17:30 riapre le sue porte a L’Aquila - Via Roma 67 con

MILANO, UNA SENTENZA OBBLIGA L'INPS AD EROGARE 800 EURO A TUTTE LE MADRI IMMIGRATE

In evidenza Madri Immigrate Madri Immigrate

Redazione-Il bonus mamme a tutte le donne immigrate. Anche quelle con un permesso di soggiorno non di lungo periodo.L’Inps ha perso la sua battaglia ed è stato costretto di erogare a tutte le donne immigrate il bonus mamma da 800 euro. Ma con riserva.Facciamo un piccolo passo indietro. Ricorderete forse le sentenze emesse di tribunali di Milano e di Bergamo con cui i giudici avevano condannato l’ente pensionistico a versare i contributi alla nascita a tutte le donne straniere che ne avessero fatto richiesta, anche se non in possesso di permessi di soggiorno di lungo periodo o titolari di protezione internazionale. E oggi le associazioni che avevano sostenuto le donne nei loro ricorsi hanno annunciato una nuova sconfitta dell’Inps. “La Corte d’appello di Milano, con dispositivo di sentenza emesso in data odierna – hanno reso noto – ha respinto l’appello dell’Inps contro l’ordinanza del Tribunale di Milano che, accogliendo un ricorso di Asgi, Apn e Fondazione Piccini, aveva ordinato all’Istituto di riconoscere il ‘premio nascita’ a tutte le mamme straniere regolarmente soggiornanti, e non soltanto alle mamme lungosoggiornanti o titolari di protezione internazionale come preteso dall’Inps”. L’Ente guidato da Tito Boeri intendeva versare il contributo solo alle donne straniere con un permesso di soggiorno di lungo periodo. Secondo i giudici, però, l’interpretazione della legge data dall’Inps nella sua circolare era eccessivamente restrittiva e non giustificata.

Così a febbraio l’Inps aveva deciso di pagare, con riserva, i bonus richiesti dalle donne straniere. “Le domande di premio alla nascita presentate dalle donne straniere regolarmente presenti in Italia, in precedenza respinte in applicazione delle circolari n. 39/2017, n. 61/2017 e n. 78/2017 – aveva scritto l’Inps a febbraio – saranno oggetto di riesame alla luce dell’Ordinanza n. 6019/2017. Il riesame della domanda sarà effettuato su istanza della richiedente da presentarsi alla Struttura territoriale competente. I premi verranno corrisposti con riserva di ripetizione se, all’esito del giudizio di impugnazione del citato provvedimento giudiziale da parte dell’Istituto, emergerà un diverso orientamento giurisprudenziale”. Nel frattempo il ricorso presentato presso il tribunale di Milano non è andato secondo i desideri degli uomini di Boeri.

“L’Inps ha emanato il messaggio n. 661 del 13 febbraio 2018 con il quale ha dato esecuzione all’ordinanza, consentendo quindi a tutte le mamme straniere la presentazione delle domande, ma precisando che l’assegno viene pagato con riserva in relazione agli sviluppi futuri del giudizio”, hanno scritto le associazioni coinvolte Asgi, Apn e Fondazione Piccini. Per le associazioni la scelta di versare i contributi è ovviamente una vittoria. “Tuttavia – dicono – se l’Istituto mantenesse la ‘riserva’ sui pagamenti e decidesse di proseguire nel giudizio, i beneficiari che hanno nel frattempo ottenuto il titolo, resterebbero in una situazione di incertezza per altri anni,

fino alla decisione della Cassazione“.

Fonte:riscattonazionale.net

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.