BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
OVINDOLI - SECONDA EDIZIONE DELLA " BENEDIZIONE DEI CANI DA TARTUFO ": L’Associazione tartufai della Marsica ha organizzato- con il patrocinio del Comune di Ovindoli ed in collaborazione con la Pro Loco di Santa Jona - la II edizione della “Benedizione dei cani da tartufo” . La giornata si è aperta con SANTE MARIE - ARRIVA LA CASA DELLA SALUTE MOBILE: la Casa della salute, iniziativa della Asl 1 Avezzano - Sulmona - L'Aquila, farà tappa in piazza Aldo Moro, a Sante Marie, dove rimarrà fino giovedì pomeriggio. L'obiettivo del progetto è quello di promuovere la salute e il benessere dei ABRUZZO - ASSESSORE MAGNACCA INCONTRA ANVA CONFESERCENTI E FIVA CONFCOMMERCIO: Prosegue la serie di incontri dell'assessore alle Attività Produttive Tiziana Magnacca con le associazioni di categoria. Negli uffici di via Passolanciano a Pescara l'assessore Magnacca ha ricevuto i responsabili regionali dell'Anva Confesercenti e della Fiva Confcommercio. Un primo punto di contatto ROCCA DI BOTTE - SAI CHI VIENE A CENA STASERA? UNA VOLPINA: Tutte le sere,come nelle piu' belle favole, una giovane volpe, alla stessa ora, nell'ora di cena, arriva in una abitazione di Rocca Botte in cerca di cibo. Dolci momenti tra i proprietari dell'abitazione e l'animale, che si avvicina, e addirittura BALSORANO - RINNOVO PASSAPORTO ALLE POSTE, AL VIA IN ABRUZZO: Un amministrazione piu' snella, quellamper ilo rinnovo del passaporto, infatti da oggi si potrà rinnovare anche in posta. In Abruzzo parte da Balsorano il servizio di richiesta e rinnovo passaporti negli uffici postali dei Comuni abruzzesi inclusi nel progetto 'Polis' SAN BENEDETTO DEI MARSI - 107 ANNI FA NASCEVA SABINA SANTILLI FONDATRICE DELLA LEGA DEL FILO D'ORO: Sabina Santilli nacque il 27 Maggio del 1917 a San Benedetto dei Marsi. A soli 7 anni una meningite la rese sorda e cieca, ma i suoi genitori non si diedero per vinti e la iscrissero all’istituto per ciechi Augusto CARSOLI - GRANDE SUCCESSO PER LA "CASA MOBILE DELLA SALUTE" 461 ACCESSI IN UNA SETTIMANA: Un grande successo, a Carsoli, per la CASA MOBILE DELLA SALUTE, con 461 accessi per 820 prestazioni in una settimana. Un ottima risposta del territorio, con 65/75 accessi al giorno, per tutta la settimana a disposizione. La Casa della Salute ORICOLA - SPETTACOLO DI FINE ANNO SCOLASTICO ALLA SCUOLA LIVIO MARIANI, EMOZIONI E RICORDI: Oggi, con cuore grato e occhi lucidi di commozione, salutiamo i nostri adorati bambini di quinta, che stanno per concludere il loro percorso alla scuola primaria. Questi anni sono stati un'avventura straordinaria, un mix di emozioni, sfide e preziosi momenti SANTE MARIE - TORNA IL CENTRO ESTIVO: A partire dal 10 giugno, e fino al 23 agosto, sarà attivo nei locali della scuola dell'Infanzia Pio XII di Sante Marie il centro estivo "R-estate con noi".Il centro sarà aperto per i bambini dai 2 ai 10 anni che TERAMO - LO SPLENDITO CASTELLO DELLA MONICA: Il Castello Della Monica è unicum architettonico nell’intero panorama nazionale per la sua specificità progettuale: infatti è stato progettato e realizzato come dimora personale dall’artista teramano Gennaro della Monica (architetto, scultore e pittore, vissuto a cavallo tra Ottocento e Novecento,

- MOONLIGHT- | LUNGO QUELLA VIA SMARRITA LA LUNA INDICA IL CAMMINO

Cover Cover

Redazione-  Immaginiamo un poeta che scrive i suoi versi al chiaro di luna, in un gioco di luci ed ombre che contribuiscono a tirar fuori le emozioni più profonde, a raccontare la risalita dal baratro, la rinascita dal buio verso la felicità. “Mi capita talvolta/di immergere le mani/nella sostanza del mondo/argentea linfa di luna/mi cola tra le dita/questa vita”.

E’ questo, metaforicamente, Moonlight”, l’opera di Stefano Abergo, giovane autore nato ad Acqui Terme (provincia di Alessandria) nel 1997 e laureato in Biologia, pubblicata nella collana “I Diamanti della Poesia” dell’Aletti editore. «Il titolo - scrive, nella Prefazione, Alessandro Quasimodo, attore, regista teatrale e poeta, figlio del Premio Nobel Salvatore Quasimodo - e molti testi della raccolta di Stefano Abergo si collegano alla magia che sprigiona il chiaro di luna. Il paesaggio assume valenze particolari; l’oscurità si illumina creando un chiaroscuro emblematico, che mette a confronto la serenità di una natura che riposa con il tormento dell’animo».

Il lettore viene accompagnato in un percorso interiore che vede il suo traguardo nella rinascita. “Scrivo, per strappare via il dolore - si legge in una sua lirica dedicata proprio alla scrittura - per posarlo nell’infinito/custodito in una gabbia di parole”. Dopo aver smarrito la via, Stefano riesce a voltare pagina riprendendo il senso del cammino terreno, vivendo il presente senza lasciarsi sopraffare dal passato. A volte, il buio è necessario per poter rivedere la luce, per non rimanere fermi in una condizione, sia essa conscia o inconscia, di immobilità, imprigionati nell’ombra più oscura dell’anima. Per intravedere la guarigione bisogna lasciarsi attraversare dalla solitudine, ma anche lasciarsi incantare dagli astri ed incrociare sguardi e persone.

 

«Questi scritti - spiega l’autore - sono figli di una relazione finita, del dolore e della solitudine che ne sono derivati, ma sono anche figli della notte e dell’insonnia, tutti quanti, infatti, sono stati scritti al chiaro di luna. La raccolta inizia con un testo che mette in esame la felicità e la sottopone al giogo del tempo, per poi continuare ripercorrendo in ordine cronologico la strada verso la guarigione da quello che a tutti gli effetti è stato un lutto; è un viaggio verso l’abisso e il suo ritorno, non è un caso che gli ultimi due scritti siano un ritorno alla felicità, mentre l’apice del dolore si trovi a metà». I versi, perlopiù brevi, danno il senso della musicalità e di una essenzialità priva di fronzoli e illusioni. «Non ho mai scritto per altri, - confessa Stefano Abergo - ma solo per me stesso, per estrarre quel dolore che non sarei stato capace di esprimere in altro modo, ma forse queste poche righe, possono servire a qualcuno per trovare conforto».

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.