BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
ABRUZZO - L'OLIO DEL NOSTRO TERRITORIO APPREZZATO DA INTENDITORI DI TUTTO IL MONDO: L'olio extravergine di oliva conquista la fiducia di buyer e visitatori. E' quanto emerso dal Salone internazionale del Sol, l'esposizione dedicata all'olio di oliva in fase di svolgimento a Verona. L'evento si svolge in concomitanza con il Vinitaly. Sono 15 ABRUZZO - DUE MILIONI A DISPOSIZIONE PER ARCHITETTURA E PAESAGGIO RURALE: "La Regione Abruzzo avrà a disposizione 2 milioni per investire sulla tutela e la valorizzazione dell'architettura e del paesaggio rurale, grazie alle risorse stanziate con il Decreto Ministeriale del 7 marzo 2024, n.92. Si tratta di una nuova ripartizione dei L'AQUILA - TERZO INCONTRO IN PREFETTURA PER LA SICUREZZA DI AVEZZANO E DELLA MARSICA: Si è svolta in Prefettura, dando seguito all’iniziativa varata dal Prefetto dell’Aquila, Giancarlo Di Vincenzo, la terza riunione del Tavolo per la sicurezza di Avezzano e della Marsica, organismo costituito per il costante monitoraggio sulla situazione della sicurezza nell’area, allo CATANIA - 31ENNE OPERAIO MUORE SCHIACCIATO DALL'ASCENSORE DURANTE LA MANUTENZIONE: Una tragedia, l'ennesima sul lavoro, questa volta ha perso la vita un giovane di 31 anni. Il giovane, manutentore di ascensori. Il giovane è morto dopo essere rimasto incastrato tra la cabina e la porta di un piano dell'elevatore di CAMPLI FLEGREI - ALLARME DELLA TV SVIZZERA " IMMINENTE ERUZIONE E TERREMOTO, NAPOLI SEPOLTA DA TRENTA METRI DI CENERE ": In un documentario della TV pubblica svizzera Rsi, viene prevista una catastrofe imminente per Napoli e oltre, a causa di un'eruzione ai Campi Flegrei.Gli studiosi intervistati nel programma esprimono preoccupazioni serie riguardo alla portata devastante dell'eruzione, contraddicendo le ipotesi del PESCARA - TORNA LA MOSTRA MERCATO DEL FIORE " FLORVIVA ": Torna a Pescara la grande mostra mercato dei fiorni e delle piante. Giunta alla 46esima edizione, la manifestazione si terrà nel long weekend che va dal 25 al 28 aprile al porto turistico Marina di Pescara. Oltre 150 gli espositori CARSOLI, CI HA LASCIATO ENZO MARCELLI ( SICILIANO PER TUTTI I CARSOLANI ): Redazione- Ci ha lasciato Enzo Marcelli, (Siciliano per tutti noi carsolani ) icona storica del nostro paese. Carnaby Street, il mercante della moda. Fai buon viaggio zio Enzo (Siciliano) e che la terra ti sia lieve. Un abbraccio forte sentite LILCIU | VORREI SAPER: Redazione-  Dal 19 aprile 2024 è in rotazione radiofonica “Vorrei saper”, il nuovo singolo di LILCIU disponibile su tutte le piattaforme di streaming digitale dal 12 aprile."VORREI SAPER" è un brano che mescola sonorità trap e house, con un pizzico ARTI MARZIALI: “EXECUTIVE FIVE TRAINING AL CENTRO TECNICO FEDERALE DELLA FIJLKAM LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI CARLO MASSONI E MARCO: Redazione-  “Executive five training, esercizi per la prevenzione degli infortuni negli sport di combattimento e nelle arti marziali è il volume scritto dal medico Carlo Massoni e dal personal trainer Carlo Mancini, che sarà presentato giovedì 18 aprile, alle ore POSTE ITALIANE: MOMPEO E ORVINIO, ARRIVANO ANCHE IN ALTRI DUE UFFICI POSTALI REATINI I SERVIZI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: Redazione-  Poste Italiane comunica che da oggi gli uffici postali di Mompeo (viale Regillo, 21) e Orvinio (Piazza del Comune 3), sono interessati dagli interventi previsti da “Polis – Casa dei Servizi Digitali”, il progetto aziendale per rendere semplice e

L'OPERA DELL'ITALOAMERICANO PASCAL D'ANGELO NELLA RUBRICA DIALOGHI

Foto di Gruppo Foto di Gruppo

Redazione- Nel 151esimo incontro della rubrica “Dialoghi, la domenica con un libro” Giovanna Di Lello (direttrice del John Fante Festival “Il dio di mio padre”) ha presentato il libro di Pascal D’Angelo “Son of Italy” (Readerforblind). Si sono confrontati con lei Matteo Cacco (manager della ricerca Università di Colonia e studioso di letteratura italoamericana) e Massimo Tardio (presidente Fondazione Pascal D’Angelo)
D’Angelo, ha ricordato Di Lello, era originario di Introdacqua, in provincia dell’Aquila, ed “è considerato uno degli scrittori più rappresentativi della letteratura italoamericana. Nasce a fine Ottocento da una famiglia di contadini molto modesta, l’Abruzzo era allora una delle regioni più povere del Mezzogiorno. Nel 1910 emigra con il padre negli Stati Uniti, a diciassette anni inizia a lavorare come spaccapietre nei cantieri delle ferrovie. In modo straordinario si appassiona alla lingua inglese, al suo potere espressivo ed evocativo. Legge molto, frequenta le biblioteche, capisce che si può esprimere scrivendo. Si dedica alla poesia, partecipa a concorsi letterari. Viene notato da Carl Van Doren che lo aiuta a pubblicare le sue poesie e la sua autobiografia “Son of Italy”, che racconta del suo amore per la letteratura e per la scrittura. E’ stata pubblicata a New York nel 1924 e rieditata in Italia qualche mese fa”.


Cacco ha spiegato che “l’America conosciuta da Pascal D’Angelo è agli antipodi rispetto a quella immaginata dall’Abruzzo, da dove era vista come un sogno di giustizia sociale rispetto alla regola latifondista. Pascal D’Angelo ha il merito di rappresentare la natura e la Maiella come un luogo bucolico nel quale il tempo che passa non sembra toccare la quotidianità, lo fa con eleganza, strizzando l’occhio all’ideale americano. Questo si sarebbe rivelata un’illusione: l’arrivo degli immigrati in America genera uno scontro culturale tra l’identità italiana e quella americana. L’obiettivo era diventare un poeta, ma a differenza di John Fante non ricevette una piena attenzione della critica. La sua peculiarità è capire che per arrivare al sogno americano bisogna attraverso la perseveranza padroneggiare la lingua inglese. Son of Italy rivela la diversità di Pascal D’Angelo, che si esprime come uno psicologo – cronista realista, offre una testimonianza della realtà cruda della comunità italiana a New York, senza particolari intenti di denuncia sociale. Si considerava un poeta, le poesie servono a Pascal D’Angelo per riaprire quel ponte temporale con l’Abruzzo, messo a confronto con la durezza della vita degli immigrati in America: è una caratteristica precisa del valore letterario della sua opera, che così ricostruisce l’identità italoamericana”.

 
Di D’Angelo Tardio ha detto che “aveva appena il diploma della seconda elementare. La sua situazione familiare di partenza era di estrema povertà. Col padre vivono in una sorta di colonia di abruzzesi, decide di rimanere in America anche dopo il padre, e inizia così il suo sogno di integrazione, abbandonando l’enclave italiana, apprendendo della necessità di imparare l’inglese. Inizia a studiarlo e scopre la poesia. anche se fu Son of Italy a garantirgli una piccola rendita per vivere, in modo molto sobrio. Ma anche Son of Italy è pieno di poesie, ce ne sono persino all’interno del testo”.

La registrazione del dialogo è disponibile qui https://www.facebook.com/michelefina78/videos/804039417990783/?extid=CL-UNK-UNK-UNK-IOS_GK0T-GK1C&mibextid=2Rb1fB&ref=sharing

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.