BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
CAMPLI FLEGREI - LA TERRA NON HA PACE, CONTINUANO LE SCOSSE DI TERREMOTO: Uno sciame sismico intenso, quello che in queste ore si sta registrando nel Napoletano, nella zona dei Campli Freglei. Una lista lunghissima, infatti,dalle 9.35, che ha contato oltre 70 eventi di varia intensità in un lasso di tempo ridotto, e MUORE IL CALCIATORE MATTEO GIANI, AVEVA AVUTO UN ARRESTO CARDIACO IN CAMPO, AVEVA 26 ANNI: Purtroppo questa mattina il cuore di Mattia Giani, ha smesso di battere. La gravità dell’accaduto, durante la partita di calcio, è stato subito chiaro a tutti i presenti allo stadio di Campi Bisenzio, struttura che ospitava il Castelfiorentino. Mattia, 26 CINEMA - 57 ANNI FA SI SPEGNEVA UNA STELLA, MORIVA IL GRANDE TOTO': Antonio Griffo Focas Flavio Angelo Ducas Comneno Porfirogenito Gagliardi De Curtis di Bisanzio, per l’eternità noto come Totò, lo aveva previsto: solo alla sua morte gli avrebbero riconosciuto lo status di grande artista e così fu, nonostante la sua poesia CARSOLI - FIORI E COLORI PER IL MONUMENTO AI CADUTI: Il sindaco, Velia Nazzarro, insieme all'amministrazione comunale, ha voluto porgere ai nostri caduti un po di colore, e note profumate, inserendo nel complesso del monumento dei caduti, dei fiori, nella iuole adiacenti al memoriale. Un gesto che rende il luogo GROTTAFERRATA - "GROTTA PICCANTE PEPERONCINO DI VINO" CON GLI ERRESEI, PIZZICA E TARANTE INFUOCHERANNO LA PIAZZA: A Grottaferrata, dal 19 al 21 aprile torna la manifesta dedicata al connubio tra il vino locale del il peperoncino: Grotta Piccante, Peperoncino Di Vino. Un felice connubio che vede anche il festeggiamento del patto di amicizia fra i comuni AVEZZANO - TROVATO SENZA VITA IN CASA L'AVVOCATO CARLO LUCCI: La notizia è appena arrivata in redazione. Un tragedia che ha sconvolto la comunità di Avezzano , e del mondo degli avvocati. Subito dopo pranzo è stato trovato senza vita il 58enne avvocato avezzanese Carlo Lucci.Sembrerebbe, le cause della morte, UN ANNO FA MORIVA A NEW YORK MARIO FRATTI: Inaugurato all’Istituto Italiano di Cultura un Archivio in onore del grande drammaturgo abruzzese     Redazione – Un anno fa, il 15 aprile, Mario Fratti moriva nella sua bella casa al 146W della 55^ Strada di New York, la città nella quale il PROTEZIONE E PREVIDENZA: CON POSTE ITALIANE NUOVI INCONTRI INFORMATIVI GRATUITI ONLINE PER I CITTADINI: Redazione-  “La protezione” e “La previdenza”. Sono i temi che verranno affrontati, rispettivamente domani, martedì 16 e giovedì 18 aprile, nel corso dei nuovi appuntamenti online di educazione finanziaria, completamente gratuiti e rivolti a tutti i cittadini , organizzati da Poste SAMUELE RICCOBENE | AL DI FUORI DI ME: Redazione- Dal 19 aprile 2024 è in rotazione radiofonica “Al di fuori di me”, il nuovo singolo di Samuele Riccobene disponibile su tutte le piattaforme di streaming digitale dal 12 aprile."AL DI FUORI DI ME" è un brano dance elettronico L'ISWEB AVEZZANO RUGBY ALLUNGA LA SCIA DI VITTORIE: SCONFITTO IL CIVITAVECCHIA E CONSOLIDATO IL TERZO POSTO IN CLASSIFICA: Redazione-  Vittoria e cinque punti in più in classifica per l'Isweb Avezzano Rugby che, tra le mura amiche dello stadio "A.Trombetta", ha sconfitto il Civitavecchia Rugby con il punteggio di 31-24. Una partita che, complice anche il grande caldo, ha

LA MIMOSA E LA DONNA

Mimosa Mimosa

Redazione- L'8 marzo ricorre la Giornata internazionale della donna. L’8 marzo è sempre stato definito “festa della donna”, impropriamente, poiché la dizione esatta è la prima, celebrata in tutto il mondo in favore della liberazione e della emancipazione della donna, dell’uguaglianza di genere, del riconoscimento dei diritti riproduttivi, contro ogni discriminazione e violenza.

Le sofferenze, le lotte e le conquiste delle donne hanno attraversato secoli di storia. In un precedente articolo abbiamo già tracciato un rapido e forse poco esaustivo (data la complessità della materia) excursus in merito al Patriarcato, attraverso cui è stato possibile intravedere come alla donna e al frutto del suo grembo, i figli, siano stati inflitti per secoli malversazioni, soprusi, ricatti, infamia, perdita di reputazione a causa dello strapotere meschino del genere maschile (assetato di sesso, denaro e fama) in ogni ambito della vita umana.

Decisivo è stato il 1900, quando le lotte hanno conseguito risultati tangibili nella speranza di una parità e uguaglianza fra i generi. E’ bastato un secolo contro millenni di schiavitù ma quel secolo ora non c’è più. E’ alle nostre spalle, mentre dinanzi a tutti vi è un “ritorno al passato”, non solo relativamente ai diritti delle donne ma in generale riguardo ai diritti di tutti, diritti strenuamente e faticosamente conquistati nel corso di un tempo memorabile.

Ecco perché, mentre il Ministro della Cultura Sangiuliano ha voluto onorare le donne con l’ingresso per loro gratuito in musei, parchi archeologici, complessi monumentali, castelli, ville e giardini storici e altri luoghi della cultura statali, al fine di sensibilizzare e riflettere sull’importanza culturale della Giornata, molte sigle sindacali hanno indetto uno sciopero generale che attraverserà diversi settori produttivi, dalla scuola ai trasporti.

Oggi 8 marzo 2024 si manifesterà per la parità di genere, contro ogni forma di violenza, per il salario minimo, contro l'autonomia differenziata, contro lo smantellamento dello Stato sociale, per la fine dei conflitti in corso in Ucraina e Palestina. Le motivazioni sono diverse, ma tutte riconducibili alla dignità della persona, ai suoi diritti, in particolare il diritto alla vita e a tutte quelle condizioni che determinano e favoriscono una vita degna di essere vissuta.

I diritti comportano anche il riconoscimento dei propri doveri, certamente! E per chi non adempie i propri doveri c’è la Legge!

Simbolo floreale della Giornata Internazionale della donna è la mimosa, scelta negli anni cinquanta  al posto della “costosa violetta” da due femministe dell’Unione donne d’Italia: Rita Montagnana, antifascista, e Teresa Mattei, comunista.

La mimosa fu scelta per la luminosità, il profumo, la morbidezza, l’abbondanza floreale e l’energia primaverile che sprigiona e che ricorda la donna. Fu scelta anche perché era non solo facile da trovare quanto perché fiore che i partigiani regalavano alle staffette.

La “Giornata Internazionale della donna” è associata alla “Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne”, istituita il 17 dicembre 1999 e che ricorre ogni anno il 25 novembre. Gli Stati Uniti la celebrano dal 1909, alcuni paesi europei dal 1911, l’Italia dal 1922.

La data dell'8 marzo è stata scelta perché associata alla tragedia avvenuta, nello stesso giorno dell'anno 1908, nel rogo di una presumibile fabbrica di camicie Cotton o Cottons di New York e alla conseguente morte di centinaia di operaie. Probabilmente si tratta di un evento immaginario che fa capo ad una tragedia realmente accaduta in quella città il 25 marzo 1911: l'incendio della fabbrica Triangle dove morirono moltissimi lavoratori, fra cui donne, in gran parte giovani immigrate di origine italiana ed ebraica.

La tragedia fu rilevante dato che ai responsabili della fabbrica furono inflitte pene lievi e da quel momento lavoratori e sindacati furono impegnati nelle successive lotte sindacali per le riforma delle norme concernenti la sicurezza e i diritti dei lavoratori.

I diritti, la libertà vanno perennemente “vigilati”. Né possono essere delegati! La storia, gli eventi dell’ultimo trentennio dovrebbero farci riflettere. Nessuna conquista dura per sempre. La “casa dei diritti” e la “casa della libertà” vanno “sorvegliate”, “difese”. Si fa presto a tornare indietro a causa dell’egoismo di pochi. Si fa presto a distruggere, mentre lungo e impervio è il viaggio della “costruzione”, dell’evoluzione, del progresso!

 

F.to Gabriella Toritto

Ultima modifica ilVenerdì, 15 Marzo 2024 11:43

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.