BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
- LE API CI CURANO- | CONVEGNO ALL’UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TERAMO ORGANIZZATO DAL ROTARY CLUB TERAMO - VENERDÌ: Redazione-  Venerdì 24 maggio 2024, alle ore 16:00, presso la Sala delle lauree del Polo Didattico “G. d’Annunzio” dell’Università degli Studi di Teramo, si terrà il Convegno dal titolo “Le api ci curano”, organizzato dal Rotary Club Teramo in collaborazione ALL’ISTITUTO - ALESSANDRINI-MARINO - DI TERAMO L’IMPORTANTE CONVEGNO SUL TEMA - SECURLIFE - IL COMPORTAMENTO PROATTIVO NELLA SICUREZZA -: Redazione-  Recentemente, presso l’Auditorium dell’Istituto di Istruzione Superiore “Alessandrini-Marino” di Teramo, si è tenuto il Convegno sul tema “Securlife – Il comportamento proattivo nella sicurezza”. Il Convegno è stato organizzato dall’Istituto di Istruzione Superiore “Alessandrini-Marino-Pascal-Comi-Forti” di Teramo in collaborazione con INTERVISTA ALLA POETESSA GENOVESE ROSANNA CARLETTI: Redazione-  Mi chiamo Rosanna Carletti, dopo aver svolto i più svariati lavori ho lavorato gli ultimi vent’anni nel Ministero della Giustizia. Con grande fatica io e mio marito siamo riusciti a raggiungere i traguardi che ci eravamo prefissati. Fin dall’età dei miei PRIMAVERA DEI LIBRI A BUGNARA, PROSSIMO APPUNTAMENTO CON - PAROLE D'ABRUZZO -: Redazione-  Sarà la dialettologa Daniela D'Alimonte, l'ospite del quarto e penultimo appuntamento con la rassegna Primavera dei Libri a Bugnara (Aq): sabato 25 maggio alle ore 17.00 presenterà il suo amatissimo volume "Parole d'Abruzzo" per Ianieri Edizioni e la raccolta "Comete AL CASINO DELL’OROLOGIO DI VILLA BORGHESE - IL RILIEVO DEL CAVALIERE - SCULTURA IN MARMO DELLA PRIMA METÀ DEL: Redazione-    In occasione del Concorso Ippico sarà esposta al pubblico, presso il Casino dell'Orologio a Villa Borghese, una scultura in marmo di grande pregio: "Il Rilievo del cavaliere". L'opera, che appartiene al nucleo seicentesco della Collezione Borghese, rappresenta un EMISSIONE FRANCOBOLLO ORDINARIO DELLA SERIE TEMATICA - IL PATRIMONIO ARTISTICO E CULTURALE ITALIANO - DEDICATO A LA GIOCANDA: Redazione-  Poste Italiane comunica che oggi 23 maggio 2024, viene emesso dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy un francobollo ordinario appartenente alla serie tematica “il Patrimonio artistico e culturale italiano” dedicato a La Giocanda, relativo al valore PLANETARIO DI ROMA, 20 ANNI SOTTO LE STELLE: Redazione-  Esattamente vent’anni fa, il 26 maggio 2004, presso il Museo della Civiltà Romana all’EUR, veniva inaugurato il Planetario di Roma che riprendeva così le attività dopo una pausa di oltre 20 anni, dopo il suo trasferimento dall’Aula Ottagona delle DOMANI READING - NOVECENTO - PRESSO LA SCUOLA MACONDO DI PESCARA: Redazione-  Domani venerdì 24 maggio alle ore 18:30 presso la sede della Scuola Macondo di Pescara (via De Cesaris 36) ci sarà il reading dedicato a "Novecento" di Alessandro Baricco. L'evento, curato da Lorenza Sorino (di Unaltroteatro), rientra nel percorso finale DANIELE FALASCA - ACCORDION SOLO - IN CONCERTO A ROMA: Sabato 1° giugno, alle 18:00, il fisarmonicista Daniele Falasca in “Accordion Solo” in concerto al Salotto Musicale del Teatro Arciliuto di Roma Redazione-  La suggestiva cornice del Salotto Musicale del Teatro Arciliuto (Piazza di Montevecchio, 5, zona Via de’ Coronari – SALUTE: ANZIANI E PSICOANALISI: LA PSICOANALISTA ADELIA LUCATTINI: “CON LA PSICOANALISI ANZIANI PIÙ SERENI, RIFLESSIVI E IN SALUTE”   Redazione-  La solitudine e l’avanzare dell’età, difficile da accettare, spesso provocano conseguenze importanti sulla salute psicofisica, accorciando la durata la vita e procurando un’intensa sofferenza nella popolazione

BOLLETTE E ADDEBITI SUL CELLULARE NON DOVUTI,COME TUTELARSI

Redazione-A chiunque abbia un telefono, un abbonamento a internet ADSL o mobile, uno smartphone, o altri dispositivi con servizi a pagamento o in abbonamento, è capitato di ritrovarsi degli addebiti ingiustificati o incomprensibili. Il più delle volte si tratta di semplici servizi mai richiesti da pochi centesimi al mese, ma non sono da escludere gli addebiti d’importi ben più notevoli, come depositi cauzionali da centinaia di euro; accade anche l’inverso, ovvero le ipotesi in cui siamo convinti che determinate chiamate o connessioni dati siano inclusi in un abbonamento, quando i costi ne sono in realtà al di fuori. E’ il caso, ad esempio, in cui usiamo il cellulare come modem, convinti di utilizzare i Gigabyte del nostro piano tariffario: molte compagnie non lo permettono, ed allora, se abbiamo una scheda ricaricabile, vedremo il nostro credito esaurirsi in una manciata di minuti, mentre, se abbiamo un abbonamento, vedremo recapitarci una fattura da capogiro!

Insomma, le problematiche che possono alimentare il contenzioso con le società telefoniche sono davvero numerose: quali sono, allora, i passaggi da seguire per tutelarsi dai pagamenti non dovuti?In primo luogo, dobbiamo appurare che i pagamenti siano realmente non dovuti: se abbiamo sottoscritto un contratto o un’offerta, accertiamoci di quanto accettato e firmato, clausola per clausola. Se il contratto è stato concluso via internet o telefono, trattandosi di un contratto a distanza, abbiamo 14 giorni di tempo dalla stipula per ripensarci, inviando una raccomandata o una pec di recesso al gestore, senza dover pagare alcuna penalità.

Se gli importi sono veramente indebiti, la prima cosa da fare è inviare un reclamo al gestore, nel quale spiegheremo i motivi per cui i costi sono illegittimi. Nei siti delle varie compagnie telefoniche è solitamente presente una sezione dedicata a reclami e segnalazioni, ma si consiglia ugualmente di spedire, in aggiunta, una raccomandata o una pec, per avere un riscontro certo dell’invio.Se la società riconosce l’errore, stornandoci l’indebito, i problemi dovrebbero terminare qui: attenzione, però, può succedere anche che il gestore risponda positivamente alle nostre richieste, ma, nel concreto, non ci restituisca i soldi.

Sia in quest’ultimo caso, sia nel caso in cui il gestore non risponda, o risponda negativamente, dovremo rivolgerci al Co.re.Com della nostra Regione, per effettuare il tentativo di conciliazione obbligatorio: la conciliazione, infatti, non solo sospende i termini per presentare il successivo ricorso all’autorità giudiziaria, ma è anche condizione di procedibilità. La conciliazione deve concludersi entro 30 giorni, diversamente si è liberi di non attendere il termine della procedura, e di rivolgersi direttamente all’autorità giudiziaria.

In alternativa al tribunale, ove la conciliazione abbia avuto esito negativo o abbia portato a un accordo parziale, possiamo chiedere, entro tre mesi, la definizione al Corecom o all’Agcom: gli organismi non sono competenti a decidere in merito all’eventuale risarcimento del danno, ma sarà sempre possibile, a tal riguardo, adire il Tribunale.

Se si rischia l’illegittima sospensione del servizio, o addirittura il distacco dell’utenza, possiamo evitarlo attivando una procedura d’urgenza al Corecom, contestualmente alla domanda di definizione: adottando un provvedimento temporaneo, l’Organismo potrà così garantire il servizio, o la cessazione di abusi o di funzionamenti scorretti, sino al termine della procedura di definizione.

Potremo attivare la procedura di urgenza presentando (direttamente, via fax o raccomandata-pec) al Corecom l’istanza di provvedimento temporaneo, utilizzando un particolare formulario ( GU5), reperibile anche sul sito dell’Organismo della propria Regione.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.