BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
ISOLA DEL GRAN SASSO - ARRIVA LA PRIMA EDIZIONE DELLA PIZZA CON PORCHETTA: Ad ISOLA DEL GRAN SASSO, arriva dal 20 al 23 Giugno la 1a edizione della SAGRA DELLA PIZZA CON PORCHETTA. IL 20 Giugno presso il parcheggio Terminal Bus San Gabriele, ci sarà 883 tribute band Live, il 21 Giugno REGINA, MONTESILVANO - MUORE GIOVANE MADRE DI 42 ANNI, LASCIA DUE GEMELLE DI DI OTTO ANNI: Grave lutto a mONTESILVANO, un intera citta' in lutto. Un grave malattia porta via LOREDANA D'ONOFRIO, di 42 anni, madre di due gemelle di otto anni. La donna era molto conosciuta, in città, perchè era titolare di una nota agenzia TAGLIACOZZO - FERMENTO PER IL PRIMO RADUNO ALPINI TERZA E QUARTA ZONA: Un paese in fermento, vanno avanti i preparativi per il 1 RADUNO ALPINI DELLA TERZA E QUARTA ZONE. Un’occasione unica, nella quale l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Vincenzo Giovagnorio conferirà la Cittadinanza Onoraria al IX Reggimento Alpini, in seduta di TAGLIACOZZO - AL PALAZZO DUCALE LA MOSTRA " CONTEMPORANEA 24 " DI CESARE BIASINI SELVAGGI: Nel cuore della Marsica, un’esposizione sugli scenari della pittura internazionale, un focus sui giovani artisti abruzzesi e la mostra dei finalisti di Contemporanea Prize 2024 Dal 3 agosto al 10 settembre 2024 si terrà a Tagliacozzo l’undicesima edizione di Contemporanea, manifestazione SAN GABRIELE DELL’ADDOLORATA – IL MIRACOLO DI LORELLA: Nel giugno 1975 il Santo opera uno dei suoi miracoli più strepitosi. Si tratta della guarigione istantanea di Lorella Colangelo, una bambina di Montesilvano (PE), che così alcuni anni dopo racconta il prodigio. Fin dalla prima elementare ho cominciato a sentirmi L'AQUILA - LA RICOSTRUZIONE QUINDICI ANNI DOPO, IN UNA MOSTRA ITINERANTE: Una mostra itinerante, fotografica e video, sullo stato della ricostruzione nel Comune dell'Aquila e nei Comuni del cratere sismico organizzata dalla Regione Abruzzo, in collaborazione con gli Uffici Speciali per la Ricostruzione (USRA e USRC). La mostra, intitolata "2009-2024: Quindici anni TERAMO - DISTRETTO TESSILE E MODA VAL VIBRATA ECCELLENZA REGIONALE: "Ho avuto modo di constatare la qualità dell'artigianato made in Abruzzo, attraverso le aziende che costituiscono il Consorzio eccellenze artigiane Atea, apprezzandone la capacità imprenditoriale e il contributo che queste aziende danno al Pil regionale e all'export". Lo ha detto ABRUZZO TURISMO - D'ADDARIO " LA REGIONE CONSOLIDA IL RAPPORTO CON I TOUR OPERETOR TEDESCHI ": Si consolida il rapporto di promozione turistica tra la Regione Abruzzo e i tour operatori tedeschi. Presentato questa mattina a Pescara, nella sede della Regione Abruzzo, in Piazza Unione, un nuovo progetto di promozione turistica, dopo "L'Educational Tour" che si TERAMO - SANT'ANGELO " AUGURI AL NUOVO RETTORE DELL'ATENEO ": "I migliori auguri di un lavoro proficuo e di una esperienza professionale densa di soddisfazioni", sono stati espressi dall'assessore regionale alla Ricerca Universitaria, Roberto Santangelo, al neo rettore dell'Università di Teramo, Christian Corsi, eletto nella serata di ieri dal corpo ROCCA DI BOTTE - MAXI SCHERMO IN PIAZZA PER GLI EUROPEI DI CALCIO, ORGANIZZATO DALLA PRO-LOCO: Redazione-  Una splendita iniziativa della PRO LOCO di Rocca di Botte, un maxi schermo in piazza, per seguire gli Europei, la nazionale di calcio. ⚽️?In occasione degli Europei 2024, la Pro Loco di Rocca di Botte vi aspetta per tifare

4 NOVEMBRE 2016, FESTA DELL'UNITA' NAZIONALE E GIORNATA DELLE FORZE ARMATE

4 NOVEMBRE 2016, FESTA DELL'UNITA' NAZIONALE E GIORNATA DELLE FORZE ARMATE Unità Nazionale

Redazione-Il 4 novembre 1918 entrava in vigore l’armistizio firmato a Villa Giusti (Padova) con l’Impero austro-ungarico.

Il Gen. Armando Diaz, comandante in capo delle Forze Armate italiane, nel bollettino della Vittoria annunciava agli italiani “La guerra contro l'Austria-Ungheria che l'Esercito Italiano, inferiore per numero e per mezzi, iniziò il 24 maggio 1915 e con fede incrollabile e tenace valore condusse ininterrotta ed asprissima per 41 mesi, è vinta….I resti di quello che fu uno dei più potenti eserciti del mondo, risalgono in disordine e senza speranza le valli che avevano disceso con orgogliosa sicurezza….”.Trento e Trieste erano ricongiunte all’Italia: Cesare Battisti, Fabio Filzi, Nazario Sauro vedevano compiuto il sogno loro e delle popolazioni italiane delle terre “irredente”.L’unificazione territoriale, politica e istituzionale dell’Italia era stata interamente realizzata.

Il prezzo pagato era stato altissimo: oltre 4 milioni di soldati mobilitati di cui 250.000 giovani appena diciottenni, 600.000 morti e 1.500.000 feriti, 400.000 civili che avevano abbandonato le proprie case sulla linea del fronte.

Furono i combattenti ed i reduci che con il sostegno delle comunità locali avviarono il culto della memoria dei commilitoni caduti con la costruzione dei primi monumenti e l’apposizione di lapidi commemorative.

Il 4 novembre, nei giorni dedicati alle onoranze funebri in Italia come in tutta Europa, diventò così il giorno della commemorazione, della riconoscenza per il sacrificio dei propri figli, del popolo in armi che nel 1919 ricevette un riconoscimento politico con l’introduzione del suffragio universale maschile.

Dal 26 ottobre al 4 novembre 1921, l’intera Nazione accompagnò il treno che trasportava la salma del milite ignoto da Aquileia a Roma per essere tumulata all’altare della Patria, al Vittoriano, il monumento funebre di Vittorio Emanuele II, che da allora diventò l’epicentro delle solennità nazionali.

Nel 1922, il 4 novembre venne proclamata solennità civile con la denominazione di Anniversario della Vittoria. Il fascismo stava trasformando la commemorazione dell’immane tragedia nella celebrazione della potenza militare.

È nel 1949, che riassume il suo significato originario e la ricorrenza viene confermata nel calendario civile con la denominazione di Festa dell’Unità Nazionale. La Repubblica si fondava sulla memoria del Risorgimento e sull’idea della Grande Guerra come fattore ulteriore del processo di unificazione nazionale.

Il Presidente della Repubblica Azeglio Ciampi restituisce al patriottismo repubblicano l’orgoglio dei suoi simboli, la bandiera, l’inno, le solennità civili e ricongiunge la Festa dell’Unità Nazionale alla Giornata delle Forze Armate, collegandosi idealmente alla consegna da parte del Re Carlo Alberto della bandiera tricolore all’Esercito degli italiani, nella prima guerra d’indipendenza del 1848.

Un legame, quello tra la Nazione e le Forze Armate, sancito nella Costituzione Repubblicana che, nel titolo IV Rapporti politici, all’art. 52 recita “La difesa della patria è sacro dovere del cittadino. Il servizio militare è obbligatorio nei limiti e modi stabiliti dalla legge. Il suo adempimento non pregiudica la posizione di lavoro del cittadino, né l'esercizio dei diritti politici. L'ordinamento delle Forze armate si informa allo spirito democratico della Repubblica”.

Il 4 novembre è allora il giorno della commemorazione dei caduti di tutte le guerre, del ringraziamento ai militari in servizio, in Italia e nelle missioni internazionali all’estero, di Festa per l’Unità Nazionale.

Da ricordare che il 4 novembre 1918 aveva termine la Grande Guerra, un evento che ha segnato in modo profondo l’inizio del novecento. In quella giornata di novantacinque anni fa, si completò

il processo dell’unificazione italiana.

Ultima modifica ilDomenica, 06 Novembre 2016 21:07

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.