BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
CARSOLI - ERA IL 25 MAGGIO DEL 1944, UN COLPO ALLA TESTA DI UN NAZISTA, TOLSE LA VITA A FERRANTE: Il 25 maggio 1944 fu uccisa con un colpo di pistola Elvira Ferrante, legata a formazioni partigiane(nella zona operava la banda partigiana Madonna del Monte). L’episodio avvenne a Carsoli,presso il ponte: la località era già da tempo luogo di internamento CARSOLI - OTTANTANNI FA IL PAESE, SOTTO I BOMBARDAMENTI, VENNE RASO AL SUOLO: Era il 16 Aprile del 1944, Carsoli venne bombardata ripetutamente, riportando molte perdite civili, ed il paese bìvenne raso al suolo per la totalità. Nel 2004, il presidente della Repubblica Italiana conferi' alla cittadinanza di Carsoli, la medaglia d'Argento al CAMPLI FLEGREI - LA TERRA NON HA PACE, CONTINUANO LE SCOSSE DI TERREMOTO: Uno sciame sismico intenso, quello che in queste ore si sta registrando nel Napoletano, nella zona dei Campli Freglei. Una lista lunghissima, infatti,dalle 9.35, che ha contato oltre 70 eventi di varia intensità in un lasso di tempo ridotto, e MUORE IL CALCIATORE MATTEO GIANI, AVEVA AVUTO UN ARRESTO CARDIACO IN CAMPO, AVEVA 26 ANNI: Purtroppo questa mattina il cuore di Mattia Giani, ha smesso di battere. La gravità dell’accaduto, durante la partita di calcio, è stato subito chiaro a tutti i presenti allo stadio di Campi Bisenzio, struttura che ospitava il Castelfiorentino. Mattia, 26 CINEMA - 57 ANNI FA SI SPEGNEVA UNA STELLA, MORIVA IL GRANDE TOTO': Antonio Griffo Focas Flavio Angelo Ducas Comneno Porfirogenito Gagliardi De Curtis di Bisanzio, per l’eternità noto come Totò, lo aveva previsto: solo alla sua morte gli avrebbero riconosciuto lo status di grande artista e così fu, nonostante la sua poesia CARSOLI - FIORI E COLORI PER IL MONUMENTO AI CADUTI: Il sindaco, Velia Nazzarro, insieme all'amministrazione comunale, ha voluto porgere ai nostri caduti un po di colore, e note profumate, inserendo nel complesso del monumento dei caduti, dei fiori, nella iuole adiacenti al memoriale. Un gesto che rende il luogo GROTTAFERRATA - "GROTTA PICCANTE PEPERONCINO DI VINO" CON GLI ERRESEI, PIZZICA E TARANTE INFUOCHERANNO LA PIAZZA: A Grottaferrata, dal 19 al 21 aprile torna la manifesta dedicata al connubio tra il vino locale del il peperoncino: Grotta Piccante, Peperoncino Di Vino. Un felice connubio che vede anche il festeggiamento del patto di amicizia fra i comuni AVEZZANO - TROVATO SENZA VITA IN CASA L'AVVOCATO CARLO LUCCI: La notizia è appena arrivata in redazione. Un tragedia che ha sconvolto la comunità di Avezzano , e del mondo degli avvocati. Subito dopo pranzo è stato trovato senza vita il 58enne avvocato avezzanese Carlo Lucci.Sembrerebbe, le cause della morte, UN ANNO FA MORIVA A NEW YORK MARIO FRATTI: Inaugurato all’Istituto Italiano di Cultura un Archivio in onore del grande drammaturgo abruzzese     Redazione – Un anno fa, il 15 aprile, Mario Fratti moriva nella sua bella casa al 146W della 55^ Strada di New York, la città nella quale il PROTEZIONE E PREVIDENZA: CON POSTE ITALIANE NUOVI INCONTRI INFORMATIVI GRATUITI ONLINE PER I CITTADINI: Redazione-  “La protezione” e “La previdenza”. Sono i temi che verranno affrontati, rispettivamente domani, martedì 16 e giovedì 18 aprile, nel corso dei nuovi appuntamenti online di educazione finanziaria, completamente gratuiti e rivolti a tutti i cittadini , organizzati da Poste

SEBASTIAN KURZ, SOVRANISTA, ANTI- ISLAM E CONTRO L'IMMIGRAZIONE DI MASSA E' IL VINCITORE DELLE ELEZIONI IN AUSTRIA

Sebastian Kurz Sebastian Kurz

Redazione-Contro l’islamizzazione dell’Europa, contro l’invasione di massa di clandestini, critico con le politiche dell’unione europea, sovranista: l’Austria del neo-primo ministro Sebastian Kurz chiude le porte.Sebastian Kurz è il vincitore delle elezioni in Austria. Secondo le prime proiezioni, il partito popolare (Övp) guidato dal giovanissimo ministro degli Esteri ha raccolto quasi il 32% diventando la formazione più votata nel Paese e quella con più deputati in Parlamento.

Lo scorso maggio, poco prima di compiere 31 anni, Kurz ha preso le redini del partito, dichiarata finita l’esperienza della grande coalizione con i socialdemocratici (Spö) del cancelliere Christian Kern e portato il Paese a elezioni anticipate. Elezioni che Kurz ha vinto con una vigorosa sterzata a destra della piattaforma centrista del partito in chiave anti-Islam e anti-immigrati: una linea premiata dai cittadini che attribuito all’Övp quasi otto punti percentuali in più rispetto al 2013.

A confermare la diffusa voglia di destra di tanti cittadini austriaci è anche la forte affermazione dell’ultraconservatore, xenofobico ed euroscettico Partito della Libertà (Fpö) che, sotto la guida di Heinz-Christian Strache, ha ottenuto poco meno del 26% dei voti, cinque punti e mezzo in più rispetto al risultato precedente. Tradizionalmente molto dura sui temi dell’immigrazione e dell’accoglienza, la linea dell’Fpö prevede la chiusura di ogni organizzazione islamica in odore di radicalismo «e l’espulsione dei suoi membri fuori dai confini nazionali», ha più volte ribadito Strache.

Leggermente meglio dell’Fpö ha fatto un po’ a sorpresa il partito socialdemocratico: secondo le proiezioni, l’Spö di Kern ha raccolto il 27 per cento consolidando di qualche decimo di punto il risultato del 2013 e soprattutto smentendo i sondaggi secondo cui il partito del cancelliere sarebbe dovuto arrivare terzo, staccato dall’Fpö. Un risultato che fa onore a Kern soprattutto se si considera la disastrosa campagna elettorale dei socialdemocratici: pochi giorni prima del voto, il presidente del partito Georg Niedermuehlbichler si è dimesso assumendosi la responsabilità di aver assunto come spin doctor del partito Tal Silberstein. L’uomo è finito nell’occhio del ciclone per aver tentato di infangare con fake news diffuse sui social media l’immagine di Kurz, accusandolo a torto di antisemitismo. Il recupero dei socialdemocratici in zona Cesarini non cambia il significato del voto: in un’elezione caratterizzata dalla forte affluenza (il 79,1%), il 58% dei cittadini ha scelto due partiti contrari all’immigrazione, all’accoglienza dei profughi e alla diffusione dell’islam. Uno spostamento confermato dal tonfo dei Verdi: gli ecologisti, unica formazione favorevole all’immigrazione, precipitano dal 12,4 al 3,8% e sperano adesso che il conteggio dei voti espressi per corrispondenza (in Austria tradizionalmente più progressista) permetta loro di superare la soglia di sbarramento del 4%.

Chiusa la parentesi elettorale, a Vienna partono le consultazioni per la formazione del nuovo governo. Il cancelliere in pectore Kurz ha due strade davanti a sé: imbarcarsi in una nuova ma improbabile große Koalition con la sinistra o aprire all’ultradestra dell’Fpö.

L’indicazione dei cittadini è stata chiara.

Fonte:riscattonazionale.net

Ultima modifica ilDomenica, 22 Ottobre 2017 17:15

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.