BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
ABRUZZO - SUPERATI I DIECIMILA POSITIVI: Sfondano quota diecimila ed arrivano a 10.102 i casi totali di Covid-19 registrati in Abruzzo dall'inizio dall'emergenza ad oggi. Il dato piu' rilevante è il 27% di positivi in piu' solo nell'ultima settimana. Un dato che ci fa riflettere molto, COVID 19 - CON 35000/40000 POSITIVI AL GIORNO SARA' LOCKDOWN, CI AVVICINIAMO: Oggi sono stati poco piu' di 31000 i positivi in Italia, e purtroppo ci avvicianiamo alla soglia dei 35000/40000 postitivi al giorno per portare al governo a stabilire un nuovo lockdown. Gli esperti parlano di un imminente arrivo del DPCM PD ABRUZZO| GRAVE SITUAZIONE VOLONTARIATO E ASSOCIAZIONISMO: Redazione- “Riceviamo con grande preoccupazione la forte richiesta di aiuto dei circoli e associazioni a seguito delle nuove misure del Governo per contenere il rischio di diffusione dei contagi. I centri ricreativi, sociali e culturali, tra l’altro spina dorsale del AMORE| SCOPO DI VITA: Redazione- L'amore é un sentimento di cui hanno parlato  da secoli poeti e scrittori, celebrato da sempre come il più nobile dei sentimenti. Chi vive senza amore precipita molto spesso nel buio della depressione, aggrappandosi poi a qualsiasi sogno o P.I.| ATTIVO IL NUOVO GESTORE DELLE ATTESE LIGHT: Redazione- Poste Italiane continua nello sviluppo digitale degli uffici postali della provincia dell’Aquila. Negli uffici postali di L’Aquila 5 (Centi Colella), Onna San Gregorio, Pescina, Trasacco e San Benedetto dei Marsi, infatti, è stato installato ed è operativo il nuovo DANIELA SCHEMBRI VOLPE| KILLER TATTOO- LA STRANA COPPIA: Redazione- È disponibile in libreria e negli store digitali “Killer Tattoo: la strana coppia”, il nuovo libro di Daniela Schembri Volpe pubblicato da Castelvecchi nella collana Tasti. Un noir che attraversa un’ Europa dalle tinte pigmentate di macabro, i cui ATTACCO TERRRORISTICO A NIZZA| IL TUNISINO AUTORE DELLA STRAGE ERA STATO ESPULSO DALL'ITALIA: Redazione- L’autore dell’attentato di Nizza si chiama Brahim Aoussaoui, cittadino tunisino di 21 anni. Aoussaoui era arrivato a Lampedusa lo scorso 20 settembre. Quel giorno arrivarono sull’isola siciliana una ventina di barconi con a bordo soprattutto tunisini, tra cui il SEN. DI GIROLAMO| LA FERROVIA VELOCE ROMA-PESCARA SARA' UN'OPERA UTILE: Redazione- Ribadisco quanto già detto alla presentazione del progetto di prefattibilità del potenziamento della linea ferroviaria Pescara-Roma ed il conseguente corridoio trasversale per persone e merci.Una visione ecologica richiede di agire da subito per decongestionare i grandi centri urbani dove MARINELLI| GOVERNO E MAGGIORANZA REGIONALI INADEGUATI: Redazione- Mentre la maggioranza che governa la Regione Abruzzo si occupa di aumentare gli stipendi ai dirigenti e di regolare i conti interni dopo le sconfitte elettorali, confezionando un vero e proprio rimpasto in perfetto stile e in piena pandemia, FESTIVAL DELLA DIPLOMAZIA| IL FUTURO POST COVID: Redazione- La pandemia di Covid-19 ha cambiato radicalmente le vite dei cittadini di tutto il mondo e ha reso urgente la gestione condivisa dell’emergenza. Con i Paesi occidentali e in particolare europei alle prese con la seconda ondata, la “ricostruzione”

PERETO,BRANCO DI LUPI SBRANA UN VITELLO DI DUE MESI ALLE PORTE DEL PAESE

Pereto-Un vitello di circa due mesi  di un noto allevatore del luogo è stato sbranato,a quanto sembra, da un branco di lupi nei pressi del campo sportivo.L'episodio,ultimo della serie,ripropone, all'attenzione dell'opinione pubblica locale e delle istituzioni competenti,l'ormai annoso problema del continuo attacco dei lupi nei confronti degli allevamenti presenti sul territorio.I lupi che presumibilmente provengono dal Parco Naturale dei Monti Simbruini nel Lazio, stanno ormai dilagando sul versante del confine abruzzese, nella zona adiacente al parco, sbranando continuamente i capi di bestiame e arrecando così un enorme danno economico alle attività zootecniche delle aziende agricole operanti nel territorio.Gli allevatori della Piana del Cavaliere sono esasperati;che si tratti di lupi o di cani randagi,queste soluzioni,a detta loro,dovrebbero essere adottate per tentare,per lo meno, di porre rimedio a questo fenomeno:

1)che venga equiparato il rimborso del danno subito da un cane con quello della specie protetta come il lupo, visti gli innumerevoli attacchi subiti sul proprio bestiame;

2) che ci siano tempi certi sull’iter del risarcimento del danno come previsto dalla legge n°35 del 2012 sul potere sostitutivo nel procedimento amministrativo;

3)che venga istituita una zona pre- parco nei Comuni di Pereto e Rocca di Botte confinanti con il Parco Naturale dei Monti Simbruini dove gli allevatori possano avvalersi di una forma di autocertificazione del danno subito dallo sbranamento dei propri capi da parte dei lupi;

4)che vi sia una equiparazione dei costi dei microchips obbligatori per i bovini e gli equini.

Così si è espresso il proprietario del vitello ucciso:"chi pensa che basta proteggere un lupo per definirsi animalisti e ambientalisti….i veri amanti della natura e degli animali li amano tutti…la colpa non è del lupo….ma degli uomini che permettono questo, se tutti ce ne andiamo dalla montagna sarà la distruzione…anche per i lupi stessi…..in tutto ci vuole una regola e se ora i lupi sono troppi per il nostro territorio si dovrebbe intervenire…..il lupo è un animale in via d’estinzione….ma lo sono anche le pecore, i vitelli, i puledri….e noi pastori giovani che abbiamo scelto con sacrificio di non abbandonare la montagna e crescere qui i nostri figli…….a noi chi ci aiuta!".

Ultima modifica ilGiovedì, 07 Maggio 2015 20:06

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.