BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
CAMPLI - IL SANTUARIO DELLA SCALA SANTA: Situato dietro Palazzo Farnese, subito accanto alla trecentesca Chiesa di San Paolo, il Santuario della Scala Santa di Campli (TE) richiama ogni anno migliaia di devoti alla scoperta dei luoghi di culto con una tradizione suggestiva e una storia affascinante. ANDRIA - FINTO PRETE 23ENNE TRUFFAVA LE DIOCESI RISCUTENDO DONAZIONI, ANCHE IN ABRUZZO I SUOI COLPI: A 23 anni girava le parrocchie spacciandosi per un prete impegnato nel sociale. E di “collega” in “collega” raccoglieva soldi per i bisognosi quando in realtà le donazioni finivano dritte nelle sue tasche. Un giovane di Andria (Bat) è stato CASTELLI D'ABRUZZO - IL CASTELLO ARAGONESE DI ORTONA: La prima costruzione risale al 1452. La famiglia aragonese lo costruì sopra la vecchia struttura dei Caldora del XIV secolo. Tale struttura tuttavia risale all'epoca angioina del XIII secolo. Secondo le stesse ipotesi Giacomo Caldora avrebbe potuto potenziare il castello SITI ARCHEOLOGICI D'ABRUZZO - PELTUINUM: La fondazione di Peltuinum si colloca intorno alla metà del I secolo a.C., nella piana di Navelli, esattamente tra gli attuali comuni di Prata d’Ansidonia e San Pio delle Camere. Le prime campagne di studio furono avviate tra il 1983 SANTUARIO SAN GABRIELE DELL'ADDOLORATA - 32° RADUNO ALPINI ABRUZZESI: Domenica 3 marzo 2024 dalle ore 9.00 presso il Santuario di San Gabriele 32° Raduno degli Alpini Abruzzesi, in ricordo dei caduti nella campagna di Russia del 1942. L’incontro è organizzato dall’associazione nazionale alpini (A.N.A.) sezione “Abruzzi” e dal Gruppo di SCURCOLA MARSICANA - LA CHIESA DI SANTA MARIA DELLA VITTORIA: Fu innalzata nell’alto di Scurcola, prima dai De Pontibus e poi dagli Orsini e quindi dai Colonna a fianco della antica Rocca, che prima era di forma quadrangolare: una delle quattro torri dovette essere abbattuta per far posto alla nuova COLLALTO SABINO - DOMANI 2 MARZO SU RAIDUE A "BELLISSIMA ITALIA" IL BORGO E LE SUE RICHEZZE: La Pro-loco, comunica che domani su Raidue alle 16,45 , il paese di Collalto Sabino sarà raccontato, nel programma RAI, BELLISSIMA ITALIA. Ancora una volta, il bellissimo borgo viene raccontatao al piccolo schermo. Le bellezze di una Collalto Sabino incantata, CAPISTRELLO - LADRI CHIUDONO I PROPRIETARI IN UNA STANZA, E FUGGONO CON IL BOTTINO, MOLTA PAURA: Molte sono nelle ultime settimane le segnalazione, di furti, o tentati, nella zona. L'altra sera due malviventi incappucciati,hanno fatto suonare l'allarme di una villa, diverse volte, portando il proprietario a pensare ad un mal funzionamento, staccando lo stesso. I ladri, E BASTA COI MINORI SBATTUTI SUI SOCIAL !: Redazione-  Non se ne può più, ovunque ti giri, on line, vedi immagini di bambini adoperati per far pubblicità ai loro genitori. La Ferragni in questo, detta legge ma se ne contano a centinaia di sue seguaci che mettono in L'AQUILA - COPPIA DI ANZIANI TRUFFATI IN VIA STRINELLA: Redazione-  Una truffa che si ripete, sempre a discapito dei poveri anziani. La coppia ha ricevuto una telefonata in cui qualcuno li avvisava che il figlio, residente fuori regione, aveva avuto un incidente e aveva bisogno di denaro.La trama della

LA SPOSA IDEALE | QUEL MATRIMONIO DI INTERESSE CHE ALLONTANA DAL SOGNO DI UN AMORE

Cover Cover

Redazione- Sposare una donna per interesse e preoccuparsi che la risoluzione dei suoi problemi economici possa precludergli la possibilità di essere felice con la donna dei suoi sogni, che ancora non conosce, ma che potrebbe incontrare. “La Sposa Ideale” è un romanzo breve, scevro da riferimenti autobiografici e senza pretese di profonda introspezione. E’ la sesta opera di Nino Mucedda, autore di origine sarde ma che vive da ormai tanti anni a Roma, pubblicata nella collana “Gli Emersi della Narrativa” dell’Aletti editore. Vi si narra una storia che è sì di fantasia, ma che ha tutti i caratteri della verosimiglianza; il lettore deve leggere la storia e pensare che è sempre credibile che possa effettivamente verificarsi, in quei modi, nella realtà. L'ingegner Branduardi, in cambio dell'estinzione dei suoi debiti, accoglie la proposta di un sensale di sposare una donna che ancora non conosce e con la quale non dovrà consumare l’unione: diventerà un supplizio di Tantalo, quando scoprirà che con questa decisione insensata sembra essersi precluso ogni possibilità di essere felice con la sua sposa ideale. Ma che vuol dire “ideale”? E’ la donna con cui il protagonista sogna di legarsi, di trascorrere la sua vita e con cui fantastica di generare la sua progenie.

Un racconto in cui i pensieri e i ragionamenti devono rientrare nei limiti di quanto una persona normale che viva al giorno d’oggi penserebbe, immaginerebbe o farebbe. E anche la trama suggerisce questa adesione alla realtà. Proprio come avviene nella vita di ciascuno, l’amore riveste un ruolo centrale. Il filo conduttore di tutta la storia è, infatti, l’attrazione amorosa, che si sviluppa nel protagonista fin dalle prime pagine, verso una donna e, solo successivamente, in lei che è distratta dall’amore verso un altro personaggio. Si parla anche di altre pulsioni, come l’avidità, la gelosia, l’invidia o la diffidenza, ma sicuramente la passione amorosa e, parallelamente la sessualità, sono tra quelle dominanti.

«Nello scrivere i miei romanzi e i miei racconti - spiega l’autore, militare in pensione che, al termine della sua attività lavorativa, ha scoperto il suo interesse per la narrativa e frequentato una scuola di scrittura creativa - ho sempre dato la precedenza alla linearità: la narrazione si svolge cronologicamente e in modo consequenziale. Non mi avvalgo mai di flashback che, pur essendo degli strumenti stilisticamente poderosi, spesso lasciano il lettore interdetto. Ricorro poco alle descrizioni di ambiente che talvolta annoiano il lettore e le sostituisco con brevi pennellate disseminate qua e là lungo la narrazione di un’azione. I dialoghi sono invece frequenti perché, a mio parere, il lettore riesce ad apprezzare, battuta dopo battuta, come la scena evolva e cambi. Cerco di utilizzare un linguaggio semplice, privo di termini dotti o poco usati e immediatamente comprensibile; a tale scopo mi avvalgo di tutta la punteggiatura necessaria e disponibile, con buona pace di Joyce e della signora Woolf». Questo per arrivare in maniera immediata e diretta al lettore. «Vorrei che provasse piacere a leggere i miei racconti e magari si immedesimasse nei miei personaggi, senza per questo dover diventare un mago o un supereroe. Se il lettore troverà nei miei libri qualche storia che gli ricorderà un fatterello accaduto o, ancor meglio, un’esperienza personale, mi riterrò soddisfatto. Non credo di essere in grado di comunicare grandi/unici messaggi al mio sconosciuto lettore - conclude lo scrittore Mucedda - ma i piccoli/grandi valori e sentimenti della vita quotidiana che noi tutti abbiamo provato e sempre proviamo nel corso della nostra esistenza: l’amore, la tristezza, l’affetto, il dolore, la speranza, l’allegria». Il romanzo “La Sposa

Ideale” sarà presentato sabato 25 marzo, presso la Libreria Eli (viale Somalia 50A) di Roma.

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.