BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
L'AQUILA - L'AQUILA 1927 FEMMINILE SI RITIRA DAL CAMPIONATO DI SERIE C FEMMINILE: L'Aquila 1927 femminile non scenderà più in campo almeno fino al termine della stagione di serie C.Lo si apprende da una comunicazione ufficiale della società riportata anche sui propri canali social. "Nel sottolineare che i propri impegni sono stati onorati sotto GIULIANOVA - TRAGEDIA,FRATELLO E SORELLA MUOIONO LO STESSO GIORNO IN CIRCOSTANZE DIVERSE: Una tragedia che ha sconvolto un intero paese, quello di Giulianova. Un noto commerciante della zona, di 67 anni, si è tolto la vita all'interno della propria vettura in circostanze drammatiche. Subito dopo, una nipote appresa la notizia, ha cercato COCULLO - IL RITO DEI SERPARI, AL VIA L'ITER PER LA CANDITATURA UNESCO: Redazione-  Riprende con nuovo impulso l'iter per la candidatura a patrimonio immateriale Unesco della festa di san Domenico abate di Cocullo, più conosciuta come "Rito dei Serpari", ritenuta non solo una vetrina per il piccolo borgo, ma anche per gli PROFUMI D'ABRUZZO - POMODORO PERA D'ABRUZZO VARIETA' ANTICA E PREZIOSA: Redazione-  Il pomodoro pera abruzzese ha sostenuto l’economia della regione per secoli. Ma negli anni ’70, con l’arrivo del pomodoro ibrido industriale, più resistente e facile da coltivare, questa varietà stava andando perduta. Grazie al progetto di recupero della Regione ABRUZZO IN TAVOLA - LA PIZZA SCIMA ANTICA RICETTA DEL 600: Redazione-  La storia della pizza scema parte da lontano. Nella ricetta si fondono le influenze della panificazione romana e la tradizione gastronomica giudaica. A partire dalla fine del 1600 infatti, in seguito a un terribile maremoto che decimò le popolazioni COSENZA - GRANDE EVENTO DI PIZZICA SALENTINA A LATTARICO: Redazione-  Grande evento di Pizzica Salentina a Lattarico, in provincia di Cosenza. LA SCUOLA DELLE NOSTRE TRADIZIONI di Valentina Donato e Fortunato Stillittano, presenta Stage di Pizzica Salentina con i maestri STEFANO CAMPAGNA ( BALLERINO della notte della Taranta ) PARCO NAZIONALE D'ABRUZZO - I CUCCIOLI DELL'ORSA AMARENA SONO DUE MASCHI E SONO USCITI DAL LETARGO: Redazione-  Sono usciti allo scoperto, dopo il periodo del letargo e stanno bene i due orsi figli di Amarena, uccisa a fucilate il 31 agosto scorso a San Benedetto dei Marsi, a pochi passi dai due cuccioli di pochi mesi SCURCOLA MARSICANA - LA SCOSSA DI TERREMOTO IN SERATA BEN DISTINTA SUL TERRITORIO: La scossa di terremoto alle 22.11 a 4 km di profondità, con 3.1 di magnitudo, è stata ben distinta dalla popolazione, ma anche nel territorio di Tagliacozzo, Carsoli ed addirittura ad Agosta in provincia di Roma. Una scosssa ben distinta, SCURCOLA MARSICANA - TRE LE SCOSSE DI TERREMOTO NELLA GIORNATA: Redazione-  Sono tre le scosse di terremoto avvertite nella giornata di oggi a Scurcola Marsicana. La prima scossa è stata registrata alle 11.56 a 5 km di profondità, con 1.3 di magnitudo. In serata due scosse, una ben distinta dalla PIANA DEL CAVALIERE - DOPO I LIMITI DI VELOCITA' VOLUTI DALL'ANAS SULLA SS83 MARSICANA, QUANDO ARRIVERA' L'ORDINANZA PER LA TIBURTINA: L'Anas nella giornata di oggi a emesso l'ordinanza 55/2024/AQ per ridurre il limite di velocita' a 50 km/h e divieto assoluto di sorpasso, su gran poarte della SS 83 Marsicana, per le continue scorribande dei centauri nel fine settimana. Il

ITALIA FUORI DALLA CRISI ECONOMICA? SUCCEDERA' FRA DIECI ANNI

ITALIA FUORI DALLA CRISI ECONOMICA? SUCCEDERA' FRA DIECI ANNI Frantumazione Dell'Euro

Redazione-Correva l’anno 2008. Un anno dopo lo scoppio della crisi finanziaria internazionale anche l’Italia precipitava in un burrone da cui non è ancora risalita. Il Pil segnava una crescita negativa pari a -1,2%, per poi sprofondare nel 2009 (-5,5%). Sono passati otto anni e il quadro è sicuramente migliorato, ma il nostro paese ha ancora tanta strada da fare per tirarsi fuori dal morso della crisi. Almeno questo è ciò che sostiene il Fondo monetario internazionale (Fmi), alla luce del rapporto emesso con l’articolo IV: 83 pagine di dati e considerazioni sullo stato dello sviluppo economico e politico dell’Italia. Che cosa ne esce fuori?

Ripresa lenta e costellata di rischi

Secondo il rapporto del Fmi, l’Italia “sta gradualmente recuperando da una profonda e protratta recessione”, ma aggiunge che il processo di guarigione sarà probabilmente più lungo e sottoposto a numerosi rischi. Italia vulnerabile, esposta a minacce che potrebbero concretizzarsi e generare effetti a catena sul resto dell’Europa, dove al momento restiamo la terza economia più grande, ma con un debito pubblico che è inferiore soltanto a quello della Grecia. L’articolo IV individua nella metà degli anni ’20 il periodo in cui l’Italia tornerà ai livelli precedenti alla crisi: nel frattempo ci sono circa altri dieci anni di sofferenza, crescita più lenta rispetto agli altri paesi dell’Eurozona e banche esposte pesantemente agli shock economici. In particolare, l’Fmi stima una crescita del Pil sotto l’1% nel corso di quest’anno e leggermente superiore per il 2017; in entrambi i casi siamo al di sotto delle previsioni. Secondo le rilevazioni dell’Istat, la graduale ripresa economica italiana è sostenuta dal miglioramento dei ritmi produttivi dell'attività manifatturiera e dai primi segnali di ripresa delle costruzioni, in presenza di un recupero della redditività delle imprese e di un aumento dell'occupazione. Segnali meno incoraggianti, invece, arrivano dai consumi, dal clima di fiducia delle famiglie e dalle imprese dei servizi.

Lebanche,la disoccupazione e il peso di Brexit: i problemi sono tanti

I punti più deboli della nostra economia sono la disoccupazione (attestatasi all’11,5% nel mese di maggio), le banche in difficoltà e il debito pubblico. La volatilità del mercato finanziario, sostiene l’Fmi, include fattori come la Brexit (in conseguenza del quale, ad esempio, una banca come Unicredit ha perso un terzo del suo valore, vedendo scendere le sue azioni di quasi il 4%), il rallentamento del commercio globale che influisce negativamente sulle esportazioni, i flussi migratori e le minacce per la sicurezza che possono ulteriormente complicare l’azione del governo italiano. Quanto alle banche, uno dei maggiori problemi da affrontare è quello relativo ai cosiddetti “non performing loans” (NPL), ovvero i crediti che le banche non riescono più a incassare, aggravando lo stallo del sistema e precludendo la possibilità di concedere nuovi prestiti. Tutto ciò non cambia la percezione che il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan ha del sistema bancario italiano, anzi: “C’è una percezione distorta e infondata – sostiene. Il sistema bancario italiano è solido; viene da tre anni di recessione profonda da cui sta uscendo e le criticità specifiche sono poche”.

(Fonte:http://it.blastingnews.com/economia/2016/07/italia-fuori-dalla-crisi-succedera-fra-dieci-anni-001012359.html)

Ultima modifica ilLunedì, 18 Luglio 2016 11:45

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.