BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
CARSOLI - ABBANDONATA DALLA ASL, POSITIVA,DOPO DIECI GIORNI FA IL MOLECOLARE A PAGAMENTO: Questa è una storia, che ci viene segnalato, sul nostro territorio, e che non deve intaccare il mostruoso lavoro che gli operatori, e adetti sanitari stanno svolgendo. Una ragazza, residente a Carsoli, dopo esser risutata positiva ad un rapido in CARSOLI - SCENDONO I CASI DI POSITIVITA' SUL TERRITORIO: Incomincia a scendere il numero dei positivi di covid sul territorio Carseolano. Il Sindaco di Carsoli, Velia Nazzarro, comunica che sul territorio attualmente ci sono 221 psoitivi di cui sei ricoverati in ospedale. Si ricorda che domani è prevista un’altra mattinata PERETO - I LUPI SCENDONO A VALLE DIVERSE LE SEGNALAZIONI: Ci giungono diverse segnalazioni, dell'avvistamento di lupi, anche durante il giorno, lungo la strada che dall'incrocio dell'azienda Coca Cola fino al Cimitero di Pereto. Alcuni animali sono stati , purtroppo , sbranati, dai canidi. Il lupo grigio  detto anche lupo comune o semplicemente lupo, è un canide ABRUZZO - NUOVE DISPOSIZIONI FINE ISOLAMENTO: Un'ordinanza del Presidente Marsilio che va a risolvere un problema segnalato più volte in questi giorni dai cittadini abruzzesi: il ritardo con cui le Asl rilasciano i certificati di fine isolamento Covid, a causa dell'aumento esponenziale del numero dei nuovi POVERA ITALIA - GRANDE FRATELLO LA TV DELLA CULTURA ITALIANA: Non destano di grande fantasia, i programmi delle notre emittenti, ma osservare il programma GRANDE FRATELLO, rispecchia in pieno la coesinstenza della nostra nazione. Gente messa dentro alla casa ad oziare, mesi e mesi, sotto cachet, dando al pubblico che REGIONI IN CUCINA - CONFETTURA DI PEPERONCINI PICCANTI (CALABRIA): La Calabria terra di mille culture, tra tradizioni antiche e suoni attuali, tra azzurro mare e terre piene di colore. Una regione dove la cucina è arte DIVINA.  La confettura di peperoncini piccanti è una ricetta facile, perfetta per accompagnare carni e formaggi, ma anche MR DOCTOR - LA CUPEROSE, CAUSE E RIMEDI: La Couperose è una lesione cutanea che interessa per lo più il volto, caratterizzata da chiazze rossastre dovute alla dilatazione dei capillari. L’arrossamento si presenta principalmente alle guance, alle ali del naso e al mento, ed è più o meno evidente a seconda dell’entità del AVEZZANO - IDENTIFICATO IL 22ENNE TROVATO MORTO IN STRADA QUESTO POMERIGGIO: Ancora una tragedia nella Marsica, questa volta ad Avezzano, dove questo pomeriggio è stato ritrovato morto il giovane 22enne Giancarlo Casadei, che da alcune ore non aveva dato nessuna notizia. La salma del giovane è stata trovata nel sottopasso di SCURCOLA MARSICANA - DOPO 80 ANNI TORNA LA PIASTRINA DEL MILITARE FERNANDO PETITTA MORTO NELLA CAMPAGNA DI RUSSIA: Il vento gelido assotigliava ogni pensiero, il ghiaccio circondava ogni attimo, ogni istante, mentre ad uno ad uno, come birilli, cademmo a terra, chi di stenti, e chi sotto il fuoco Russo. In quei momenti, non si riesce a pensare ULTIM'ORA AVEZZANO - TROVATO MORTO IN STRADA 22ENNE DEL POSTO: Un giovane di 22 anni del posto è stato trovato mezz'ora fa lungo la starda via Monte Velino vicino la Stazione di Avezzano. Sul posto ci sono le forze dell'ordine, accorse subito, per delimitare l'area e fare i rpimi rilievi.    NOTOZOA

POVERTA' ASSOLUTA PER OLTRE 4 MILIONI DI ITALIANI, E' IL DATO PEGGIORE DA 10 ANNI

POVERTA' ASSOLUTA PER OLTRE 4 MILIONI DI ITALIANI, E' IL DATO PEGGIORE DA 10 ANNI Pensionata Povera

Redazione-Nel 2015 si stima che le famiglie residenti in condizione di povertà assoluta siano pari a 1 milione e 582 mila e gli individui a 4 milioni e 598 mila (il numero più alto dal 2005 a oggi). Lo rileva l'Istat.

L’incidenza della povertà assoluta si mantiene sostanzialmente stabile sui livelli stimati negli ultimi tre anni per le famiglie, con variazioni annuali statisticamente non significative (6,1% delle famiglie residenti nel 2015, 5,7% nel 2014, 6,3% nel 2013); cresce invece se misurata in termini di persone (7,6% della popolazione residente nel 2015, 6,8% nel 2014 e 7,3% nel 2013). Questo andamento nel corso dell’ultimo anno si deve principalmente all’aumento della condizione di povertà assoluta tra le famiglie con 4 componenti (da 6,7 del 2014 a 9,5%), soprattutto coppie con 2 figli (da 5,9 a 8,6%) e tra le famiglie di soli stranieri (da 23,4 a 28,3%), in media più numerose.

L’incidenza della povertà assoluta aumenta al Nord sia in termini di famiglie (da 4,2 del 2014 a 5,0%) sia di persone (da 5,7 a 6,7%) soprattutto per l’ampliarsi del fenomeno tra le famiglie di soli stranieri (da 24,0 a 32,1%). Segnali di peggioramento si registrano anche tra le famiglie che risiedono nei comuni centro di area metropolitana (l’incidenza aumenta da 5,3 del 2014 a 7,2%) e tra quelle con persona di riferimento tra i 45 e i 54 anni di età (da 6,0 a 7,5%).

L’incidenza di povertà assoluta diminuisce all’aumentare dell’età della persona di riferimento (il valore minimo, 4,0%, tra le famiglie con persona di riferimento ultrasessantaquattrenne) e del suo titolo di studio (se è almeno diplomata l’incidenza è poco più di un terzo di quella rilevata per chi ha al massimo la licenza elementare).

Si amplia l’incidenza della povertà assoluta tra le famiglie con persona di riferimento occupata (da 5,2 del 2014 a 6,1%), in particolare se operaio (da 9,7 a 11,7%). Rimane contenuta tra le famiglie con persona di riferimento dirigente, quadro e impiegato (1,9%) e ritirata dal lavoro (3,8%).

Anche la povertà relativa risulta stabile nel 2015 in termini di famiglie (2 milioni 678 mila, pari al 10,4% delle famiglie residenti dal 10,3% del 2014) mentre aumenta in termini di persone (8 milioni 307 mila, pari al 13,7% delle persone residenti dal 12,9% del 2014). Nel 2015 la povertà relativa è più diffusa tra le famiglie numerose, in particolare tra quelle con 4 componenti (da 14,9 del 2014 a 16,6%,) o 5 e più (da 28,0 a 31,1%). L’incidenza di povertà relativa aumenta tra le famiglie con persona di riferimento operaio (18,1% da 15,5% del 2014) o di età compresa fra i 45 e i 54 anni (11,9% da 10,2% del 2014). Peggiorano anche le condizioni delle famiglie con membri aggregati (23,4% del 2015 da 19,2% del 2014) e di quelle con persona di riferimento in cerca di occupazione (29,0% da 23,9% del 2014), soprattutto nel Mezzogiorno (38,2% da 29,5% del 2014) dove risultano relativamente povere quasi quattro famiglie su dieci.(Fonte:Adnkronos)

Povertà E Disagio Sociale

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.