BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
IL MIRACOLO DI SANTA RESTITUTA A LACCO AMENO AD ISCHIA: I miracoli di Santa Restituta sono testimoniati dai numerosi ex voto custoditi nella chiesa dedicata alla Santa, di cui oggi il popolo di Lacco Ameno e di tutta l’isola festeggia la ricorrenza. Infatti nel Santuario di Santa Restituta esiste una LANCIANO - EVENTO DI RISALTO CON LA FIERA DEL CALCIO: L'assessore allo Sport, Mario Quaglieri, l'assessore al Lavoro ed alle Attività Produttive, Tiziana Magnacca, ed il Sottosegretario con delega a Turismo e Programmazione, Daniele D'Amario, sono intervenuti, questa mattina, a Lanciano, al polo fieristico, in rappresentanza del Governo regionale, alla L'AQUILA - TRADIZIONALE CONVIVIALE PER IL PANATHLON CLUB L'AQUILA: Il Panathlon Club L'Aquila ha tenuto in data 16 maggio, presso il Ristorante ”LaMatriciana”, la tradizionale conviviale.La serata è stata dedicata al nuoto ed ha avuto come ospiti d'onore Fabio Ianni eMario Di Massimo, rispettivamente presidente e allenatore-direttore tecnico dellaASD CARSOLI - LA SEZIONE ITALIANA DEL CID "CARSOLI SECTION CID" PRESENTA PER IL PROGETTO "TERRA&TRADIZIONI" UNO STAGE CON IL MAESTRO: La sezione italiana del CID Carsoli Section Cid , Conseil International de la Danse di Parigi, presenta per il progetto nazionale TERRA&TRADIZIONI, lo stage di Pizzica e danze popolari del meridione, con il maestro Stefano Campagna. Uno stage d'introspettiva della TIDISEGNO - IL VARIEGATO MONDO DI CREAZIONI DI ALESSANDRA DELLA QUERCIA: Redazione-  Ami l’esplosione dei colori? Nutri una viscerale attrazione per tutto ciò che coniuga la fantasia alle variegate sfumature della psiche umana? Sogni di elevarti in volo verso lidi profumati di libertà, in cui l’anima può esprimersi nella sua pienezza ALL’ISTITUTO - ALESSANDRINI-MARINO - DI TERAMO PREMIAZIONE DEI PARTECIPANTI ALLA FINALE REGIONALE DEI GIOCHI DELLA CHIMICA 2024: Redazione-  Mercoledì 8 maggio 2024, presso l’Auditorium dell’Istituto di Istruzione Superiore “Alessandrini-Marino” di Teramo, si è svolta la cerimonia di premiazione degli studenti che il 20 aprile hanno partecipato alla 37a edizione della Finale Regionale dei Giochi della Chimica 2024. Sono SABATO 18 MAGGIO TORNA A ROMA - LA NOTTE DEI MUSEI - , SPECIAL GUEST ALESSANDRA AMOROSO AL PARCO: Redazione-  In arrivo l’edizione numero quattordici della Notte dei Musei di Roma, l’annuale manifestazione dedicata all’incontro tra arte e intrattenimento promossa da Roma Capitale, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e organizzata da Zètema Progetto Cultura. Come consuetudine, anche l’edizione 2024, in POSTE ITALIANE: CASAPROTA, ARRIVANO ANCHE NELL’UFFICIO POSTALE CITTADINO I SERVIZI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: Redazione-  Poste Italiane comunica che l’ufficio postale di Casaprota, in Piazza del Municipio, 1, da oggi è interessato dagli interventi previsti da “Polis – Casa dei Servizi Digitali”, il progetto aziendale per rendere semplice e veloce l’accesso ai servizi della DOMANI A CASA D'ANNUNZIO PESCARA: Redazione-  "Bulky" in inglese significa “ingombrante”, ma è anche un termine medico, oncologico, usato per indicare una massa maligna che va asportata; "Bulky" però è anche il romanzo di Raffaella Simoncini che tanto appassiona i lettori; edito dalla Neo verrà VII EDIZIONE DEL FESTIVAL TRECCANI DELLA LINGUA ITALIANA: Redazione-  Il 25 e 26 maggio tornerà a Roma il Festival Treccani della Lingua Italiana, una tappa che segue quella di Lecce dello scorso 3-5 maggio e che anticipa quella conclusiva di Lecco il prossimo 27-29 settembre 2024. Alla parola sessualità - s. f. [der. di sessuale], invar. L’insieme dei

ANTONIO SOCCI SVELA LA POLITICA DEL PD SULL'IMMIGRAZIONE: AGLI IMMIGRATI IL TRIPLO DEI SOLDI DESTINATI AI POVERI ITALIANI

Antonio Socci Antonio Socci

Redazione-Il giornalista e scrittore Antonio Socci svela su Libero l’ultima vergogna del governo illegittimo del PD: agli immigrati danno il triplo dei soldi che percepiscono i poveri italiani. Ormai non ci sono più dubbi sul progetto, lasciatecelo dire terrorista, della sinistra per la sostituzione dei lavoratori e del popolo italiano. Italiani discriminati e immigrati privilegiati, poi i decerebrati sociologi,  radical chic, politici e pseudo intellettuali accusano gli italiani di essere razzisti.

Non ci vuole molto a capire lo scopo del «reddito d’ inclusione» appena varato dal governo Gentiloni.

Gli italiani sono ormai «scafati», infatti sui social circola questo semplice promemoria: ad aprile 2014 viene approvato il Bonus degli 80 euro e – guarda caso – a maggio c’ erano le elezioni europee; a novembre 2016 arriva il Bonus Giovani di 500 euro e – per una strana coincidenza – il 4 dicembre successivo c’ era il referendum costituzionale di Renzi; oggi si vara il «reddito d’ inclusione» che inizierà a gennaio 2018 e – curiosamente – a febbraio 2018 ci saranno le elezioni. Insomma è campagna elettorale. Il Pd continua con la politica delle mance pre-elettorali, fatta però con i soldi dei cittadini. Paga sempre Pantalone.

Il lancio del «reddito d’ inclusione» dovrebbe servire anche ad attutire l’ indignazione degli italiani per l’ annunciata legge sullo «Ius soli», un’ altra «sòla» voluta per mettere il cappello sui voti degli stranieri diventati cittadini italiani. Questa almeno è la percezione degli italiani.

Me lo ha fatto capire una lettrice, una brava signora che tira avanti con fatica dovendo mantenere la famiglia. Mi scrive: «Sarebbe interessante far notare ai nostri contatori di bufale… che il reddito di inclusione, se venisse equiparato al costo giornaliero di un immigrato, dovrebbe essere di 1050 euro mensili. Sono 12.600 euro l’ anno. A me farebbero comodo. Che dice? Italiani cittadini di serie B».
La signora, che pure è una donna educata e anche colta, non sa trattenere l’ indignazione: «Il reddito di inclusione è una grandissima presa per il culo degli italiani…

giusto le briciole per far passare lo ius sola ed evitare la guerra civile. Ma siamo già in piena guerra civile. Non se ne accorge nessuno?».
In effetti – se ci si riflette – il ragionamento della signora è sensato.
Proviamo a mettere in fila alcune cifre partendo da quelle complessive: per il «reddito di inclusione», di cui in realtà usufruirà solo un terzo delle famiglie che hanno un reddito inferiore alla soglia di povertà, è stanziato quest’ anno 1 miliardo e 700 milioni di euro.

Mentre – secondo il Documento Programmatico di bilancio presentato nell’ aprile scorso – il governo ritiene che nel 2017 le spese per il soccorso e l’ accoglienza dei migranti possono salire fino 4,6 miliardi di euro, che sarebbe un miliardo in più rispetto a quanto si è speso nel 2016 (da Il Sole-24 ore, 17 aprile 2017).
Dunque – se la matematica non è un’ opinione – il governo spende, per gli stranieri che accoglie e mantiene, quasi tre volte più di quanto spende per le famiglie italiane più povere. E i soldi che lo Stato spende per i migranti vengono anche dalle tasse pagate dagli italiani più indigenti. Il calcolo personale fatto dalla mia lettrice è plausibile: il costo del migrante è di 35 euro al giorno per un adulto, 45 euro per i minorenni che effettivamente fanno 1050 euro mensili per un adulto e 1350 per un minore (è il costo del mantenimento del migrante, non uno stipendio di 35 euro, anche se c’ è compreso il cosiddetto «pocket money» per le sue spese quotidiane).

Mentre al povero italiano vanno 190 euro mensili, al massimo per 18 mesi. La differenza tra 1050 euro mensili e 190 euro mensili è alquanto vistosa ed è difficile che la gente non se ne accorga. È chiaro che se c’ è una discriminazione è contro gli italiani.
Va pure detto che in realtà i costi complessivi dell’ emigrazione, per l’ Italia, non sono neanche quantificabili completamente, perché si dovrebbero considerare molti altri aspetti, ma resta il fatto che le spese per i migranti dello Stato italiano sono molto alte, assai di più di quanto spenda per il cosiddetto «reddito di inclusione» dei nostri indigenti.
Dunque gli italiani sono davvero cittadini di serie B in casa loro.
Le menti illuminate della sinistra dicono che è aberrante mettere in contrapposizione i poveri (cioè gli italiani poveri con i poveri migranti) e aggiungono – assurdamente – che così si fomenta il razzismo.
Ma la concorrenza è nei fatti perché la coperta è sempre quella: se la si tira da una parte si scopre quell’ altra.
Lo fa capire efficacemente Milena Gabanelli che non è certo una leghista: «Le anime belle parlano di frontiere aperte, ignorando che la frontiera aperta significa fine del sistema del welfare. È questo che vogliamo?».
La sinistra si rifiuta sempre di fare i conti con la realtà. Preferisce vivere nel mondo dell’ ideologia, che fa rima con

ipocrisia e con demagogia

Fonte:riscattonazionale.it

Ultima modifica ilMartedì, 12 Settembre 2017 19:41

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.