BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
TERRITORI MONATANI, LUCENTINI LEGA| MAGGIORE ATTENZIONE PER ECONOMIA TURISTICA: Redazione- “Abbiamo presentato un emendamento al Milleproroghe affinché venga rinviata di un anno la vita tecnica degli impianti di risalita, rimasti inutilizzati dopo la crisi sismica e la pandemia da Covid-19 nelle regioni Marche e Abruzzo. Per garantire la massima POSTE ITALIANE: GRAZIE AI SERVIZI DIGITALI PAGAMENTO DEL BOLLO AUTO FACILE E VELOCE: Redazione- Anche per i cittadini della provincia dell’Aquila rinnovare il bollo auto con Poste Italiane è semplice, veloce e sicuro attraverso il sito e le app aziendali. Il servizio è disponibile per tutti gli utenti registrati su www.poste.it oltre che BOLLETTE| LEGA, RISCHIO CHIUSUIRA AZIENDE ABRUZZESI PER RINCARO: Redazione- Il caro bollette rischia di mettere al tappeto tante imprese di settori fondamentali per l’Abruzzo come l’edile ed il manifatturiero. Un esempio su tutti in provincia di Teramo dove un’azienda del settore metallurgico ha visto corrispondere ad un consumo IL FESTIVAL DELLA PIANA DEL CAVALIERE SELEZIONATO PER IL CONCORSO ART BONUS 2021: Redazione- Il Festival della Piana del Cavaliere 2021, svolto lo scorso settembre ad Orvieto, è uno dei progetti selezionati per il concorso Art Bonus 2021 – VI edizione.L’iniziativa è nata con l’obiettivo di promuovere una sempre più diffusa conoscenza della ENERGIA, COSTI CHOC PER LE AZIENDE IN ABRUZZO E MOLISE. SALVINI: -EMERGENZA NAZIONALE, A RISCHIO MIGLIAIA DI POSTI DI LAVORO-: Redazione- Il consumo di elettricità raddoppia, la bolletta quadruplica: è quanto succede a un’azienda di Corropoli, in provincia di Teramo, che realizza prodotti per il settore edile e industriale. Il salasso energetico rischia di essere un colpo mortale per molte -CATERINETTA E LA STECCA DI CIOCCOLATA-, TRA IL COVID E LA GUERRA: Redazione- Quelle sirene che rimbombano nelle orecchie della protagonista e riportano alla memoria i momenti terribili della Guerra. Le ambulanze che percorrono le strade deserte con a bordo i malati di Covid, il virus che, ora, attanaglia il mondo intero, FERROVIA,PD ABRUZZO| BENE INCONTRO CON RIFI, MA OCCORRE CONIUGARE CONSENSO POPOLAZIONE CON RAPIDITA' INTERVENTO: Redazione- "Accogliamo positivamente la notizia che sia stato ottenuto dalla Regione un incontro con Rfi e con i Comuni interessati dal raddoppio ferroviario della Pescara -  Roma, come richiesto anche dal nostro gruppo in Consiglio regionale. A fronte di un MATTIA VLAD MORLEO FIRMA LE MUSICHE DI DRAWING THE HOLOCAUST PER LA GIORNATA DELLA MEMORIA IN PRIMA SERATA SU RAI: Colonna sonora dell’omonimo documentario del regista Massimo Vincenzi in onda in prima serata il 27 gennaio su Rai Storia in occasione della Giornata della Memoria Redazione- Arriverà su tutte le piattaforme digitali il 28 gennaio 2022 Drawing The Holocaust – Original ALICE! IN WONDERLAND CON 30.000 BIGLIETTI VENDUTI PROROGATO FINO AL 20 MARZO: Redazione- Alice! in Wonderland con i suoi 30.000 biglietti venduti proroga le sue repliche a Milano fino al 20 marzo 2022.Lo show di nouveau cirque al Magic Mirrors Theater alla Fabbrica del Vapore, prodotto da Razmataz Live in co-produzione con CARSOLI - SONO 251 GLI ATTUALI POSITIVI NEL TERRITORIO: Redazione- Sono 251 gli attuali positivi . di cui 4 in ospedale, nel territorio Carseolano. Intanto l'amministrazione Comunale ha comunicato per domenica 23 Gennaio, una nuova giornata di screening con tamponi antigenici gratuiti per tutti i ragazzi che frequentano le scuole

MIGRANTI, VOLGARE STRUMENTALIZZAZIONE DEL PRESEPE A SENIGALLIA: GESU', GIUSEPPE E MARIA SONO NERI

Il presepe di Senigallia Il presepe di Senigallia

Redazione-In questi giorni pre-natalizi, tristi esempi di presepi blasfemi, presepi taroccati e presepi strumentalizzati per la folle propaganda pro-invasione di clandestini islamici in Italia e in Europa. A Senigallia il presepe “multicolore” in piazza ha scatenato furiose polemiche contro l’amministrazione comunale, infatti, Gesù Bambino, Giuseppe e Maria sono neri. L’ennesima becera.Il comunicato stampa del Comune precisa che “I personaggi, realizzati in terra refrattaria bianca e cotta con il gran fuoco, hanno il volto nero come i tanti uomini, donne e bambini che sono entrati a far parte della comunità. L’artista ha così inteso ricordare che tutti gli esseri umani sono uguali davanti a Dio”.

Ai tempi miei si cantava: “Di che colore è la pelle di Dio…”, per indicare che tutti gli uomini e donne sono creati a “immagine e somiglianza di Dio”senza distinzione di razza, sesso, cultura, religione, casta, classe sociale, età, perché Dio è Padre di tutti, per cui Gesù invita: “Quando pregate dite: Padre nostro”, e “Uno solo è il vostro Maestro e voi siete tutti fratelli”, introducendo nel mondo la più grande rivoluzione della storia: “Il cristianesimo è stata la più grande rivoluzione che la storia abbia mai compiuta”…(Benedetto Croce).

Perciò manda gli Apostoli nel mondo con questa missione universale che abbraccia tutti e nessuno esclude: “Strada facendo, predicate, dicendo che il regno dei cieli è vicino. Guarite gli infermi, risuscitate i morti, purificate i lebbrosi, scacciate i demoni”: anche quelli dei satanisti che abbiamo visto in una recente trasmissione televisiva! E se vogliamo capire l’attualizzazione della missione di Gesù in Papa Francesco, oggi, sulla pace, sull’amore, sulla fraternità universale, sul perdono, sulla misericordia, sulla carità, sui poveri (“carne sofferente di Cristo”), sugli schiavi oggi, sulle diseguaglianze, sui corrotti/corruttori, sul “dio tasca”, sull’idolatria del profitto sulle armi, sulla guerra (“viviamo una terza guerra mondiale diffusa”), allora non possiamo non ricordare i suoi viaggi, tra i quali quelli ultimi in Bangladesh e in Mianmar dove le popolazioni sono in grandissima maggioranza musulmane o buddiste; come l’accoglienza alle famiglie musulmane (perché quelle cristiane non avevano regolari permessi) dall’isola di Lesbo a Roma; come la “cotoletta” divisa a metà con un musulmano a Milano; come la dichiarazione recentissima, nel viaggio di ritorno dal  Mianmar, di fronte alla domanda del giornalista: Phil Pullella: “Posso chiedere – Lei ha detto che non può dire cosa ha detto durante gli incontri privati – però posso chiedere almeno se durante quell’incontro ha usato la parola “rohingya”, con il generale?” e Papa Francesco risponde: “Io ho usato le parole per arrivare al messaggio e quando ho visto che il messaggio era accettato, ho osato dire tutto quello che volevo dire. Intelligenti pauca”.

E agli egiziani ha videomessaggiato: “Il nostro mondo, dilaniato dalla violenza cieca – che ha colpito anche il cuore della vostra cara terra – ha bisogno di pace, di amore e di misericordia; ha bisogno di operatori di pace e di persone libere e liberatrici, di persone coraggiose che sanno imparare dal passato per costruire il futuro senza chiudersi nei pregiudizi; ha bisogno di costruttori di ponti di pace, di dialogo, di fratellanza, di giustizia e di umanità. Cari fratelli egiziani, giovani e anziani, donne e uomini, musulmani e cristiani, ricchi e poveri…, vi abbraccio cordialmente e chiedo a Dio Onnipotente di benedirvi e di proteggere il vostro Paese da ogni male.  Per favore pregate per me! Shukran wa Tahiaì Misr! / Grazie e viva l’Egitto!”.

 Ecco, allora, che il volto di Cristo è riflesso, oggi, in ciascuno dei sette miliardi e mezzo di persone che ci sono nel mondo, con tutti i colori possibili e immaginabili, in quelle passate e in quelle future…, perché Cristo ama tutti, salva tutti, perdona tutti, aiuta tutti, fa risorgere tutti, caccia i demoni da tutti (purché si creda e ci si inginocchi!), è onnipresente in tutti, pur nella diversità del colore della pelle! E’ proprio il caso di cantare solo per Gesù il ritornello di tanti anni fa: “Come Te non c’è nessuno”; o – come cantiamo oggi: 

“Tutto ruota intorno a TE, Alleluia”.

Fonte:riscattonazionale.net

Ultima modifica ilGiovedì, 21 Dicembre 2017 21:14

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.