BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
SQUILIBRI | DOMANI 23 GIUGNO ULTIMA SERATA: Viaggi, miti, amori, talenti e tanto altro ancora sul palco del Festival Redazione-  Un intenso appuntamento con Stefania Andreoli, un viaggio interiore al tramonto con Ludovico Tersigni, un pubblico attento di fronte al racconto di un'amicizia ideale tra Anna Cherubini e GLI ASSALTI FRONTALI SABATO 22 GIUGNO A ORTONA (CHIETI) PER LA FESTA DI RADIO CITTA’ PESCARA: Redazione-  Sabato 22 giugno, dalle ore 15 alle ore 3, a Villa Ada, in contrada San Giuliano 7 a Ortona (Chieti), si svolgerà l'Early Summer Fest 2024 a sostegno di Radio Città Pescara. Una maratona che prevede 12 ore di L’ABRUZZO A LORICA, DAL 24 AL 28 GIUGNO PER RADUNO INTERAPPENINICO | AL VIA IL PRIMO DEI TRE RADUNI TECNICI: Redazione-  L’Abruzzo, risponde affermativamente alla chiamata per il primo Raduno Tecnico degli atleti FISI dello Sci Nordico Appenninico e lo fa attraverso l’apprezzata e giovane figura dell’atleta Alessia Basile e quella dell’allenatrice e preparatrice Elena Como. A ideare e proporre I NUOVI APPUNTAMENTI DELL’ESTATE ROMANA DAL 22 AL 25 GIUGNO 2024: Redazione-  In partenza un weekend all’insegna della cultura, dell’arte e dello svago con l’Estate Romana 2024, il calendario di iniziative promosse dall’Assessorato alla Cultura di Roma Capitale che, fino al 15 ottobre, animeranno tutta la città con proiezioni cinematografiche, spettacoli DIREZIONE IMPRESA MAGAZINE, LA PROMOZIONE DELLE IMPRESE MERIDIONALI E LA SCOPERTA DELLE OPPORTUNITÀ ECONOMICHE DI MONTRÉAL: Redazione-  La scorsa settimana è stata particolarmente importante per la promozione delle imprese e delle eccellenze italiane in Canada. Il giornalista Domenico Letizia, direttore della rivista trimestrale Direzione Impresa Magazine, ha svolto una missione a Montréal per incontrare la comunità LUCA MILANO (RAI KIDS) A PREMI MOIGE: - SCOPO DEL SERVIZIO PUBBLICO E’ QUELLO DI DIVERTIRE ED EDUCARE -: Redazione-  “Come servizio pubblico il nostro scopo è quello di divertire ed educare, ma anche formare, perché la tolleranza, l’inclusione, la parità di genere e la democrazia si imparano sin da piccoli”. Lo ha affermato il direttore di Rai Kids, DALLA MUSICA CLASSICA ALLE SONORITÀ ETNICHE AL VIA A ROMA - MELODIE IN VILLA -: Redazione-  Dalle musiche del Settecento, alle arie d’opera ottocentesche con uno sguardo alle melodie degli albori del Novecento, passando per il cantautorato italiano fino alle sonorità della musica etnica. In occasione della Festa della Musica 2024, prende il via Melodie ALL’AQUILA CONVEGNO SULLA L. 194/78. UIL ABRUZZO: - PIENA ATTUAZIONE DELLA LEGGE E MAGGIORI TUTELE PER LE DONNE -: Redazione-  Si è tenuto questa mattina al Palazzetto dei Nobili dell’Aquila l’incontro organizzato dal Coordinamento Pari opportunità Uil Abruzzo sulla Legge 194/78. Al dibattito su un argomento di grandissima attualità come quello dell’aborto volontario sono intervenuti: Ivana Veronese, segretaria nazionale Uil; Michele Lombardo, segretario generale Uil Abruzzo, Gianna Tollis, VENERDÌ 5 LUGLIO - L'ESTETICA DELLA DEFORMAZIONE. PROTAGONISTI DELL'ESPRESSIONISMO ITALIANO - E - A JOUR - |: Redazione-  Una delle stagioni più originali della cultura artistica italiana della prima metà del XX secolo è rappresentata dall’espressionismo italiano degli anni Venti-Quaranta che, pur sviluppato in gruppi e sodalizi più o meno definiti e longevi, ha apportato alla ricerca PASSEGGIATE PER GLI ABRUZZI DI FERDINAND GREGOROVIUS | PRESENTAZIONE MERCOLEDÌ 26 GIUGNO, ALLE 17.30, A ROMA: Redazione-  Mercoledì 26 giugno, alle 17:30, verrà presentato a Roma, presso il Senato della Repubblica – Sala Caduti di Nassirya (Palazzo Madama, 11) Passeggiate per gli Abruzzi nella settimana di Pentecoste del 1871 di Ferdinand Gregorovius (1821-1891), volume curato e

USA, GLI INVESTIMENTI SI MOLTIPLICANO E CROLLA LA DISOCCUPAZIONE: E' UNA VITTORIA PER DONALD TRUMP

Il Presidente Usa Donald Trump Il Presidente Usa Donald Trump

Redazione-La politica “America First” (prima gli Stati Uniti) sta dando i suoi frutti e la sinistra non può far altro che rosicare e fabbricare fake news. Gli investimenti si moltiplicano, le multinazionali e le aziende che avevano delocalizzato tornano in patria, la disoccupazione è quasi azzerata. Questa è la vittoria di Donald Trump. L’Italia deve prendere esempio e liberarsi dal giogo dell’Unione Europea che ha messo in ginocchio la nostra economia, l’industria e l’agricoltura.Solo sette mesi fa, quando l’antiglobalista Steve Bannon dettava l’agenda della Casa Bianca, Trump a Davos sarebbe stato un’eresia. La sua campagna elettorale era stata costruita contro l’uomo di Davos, che aveva approfittato degli ingenui lavoratori americani per arricchirsi, e ora andava punito. Le cose però cambiano in fretta nell’amministrazione Trump, e oggi il capo della Casa Bianca arriva in Svizzera, per tenere domani il discorso conclusivo dell’incontro.

I motivi di questa scelta sono almeno quattro: primo, rivendicare i successi economici davanti ai suoi critici; secondo, promuovere l’agenda di «America First» e attirare investimenti; terzo, coltivare i rapporti con gli altri potenti del mondo; quarto, non lasciare questo straordinario palcoscenico mediatico ai rivali, come era accaduto l’anno scorso col presidente cinese Xi, incoronato nuovo leader della globalizzazione.

In un tweet della vigilia, Trump ha detto che «gli investimenti si moltiplicano, siamo già tornati grandi». Il ministro del Tesoro Mnuchin ha spiegato che «America First non significa isolarci. Restiamo favorevoli all’economia liberista, ma giusta. Non ci dispiace il dollaro debole, perché aiuta le esportazioni». Sui dazi, il ministro del Commercio Ross ha detto che «erano necessari per rispondere alle scorrettezze dei concorrenti. Ne arriveranno altri, su acciaio, alluminio e proprietà intellettuale».

I risultati  

Il titolo della conferenza, «un futuro condiviso in un mondo frammentato», sembra pensato apposta per contrastare la linea di Trump, ma questa sfida semmai lo incoraggia a partecipare. La prima cosa che farà sarà un «victory lap», per rivendicare i propri successi: crescita economica accelerata, disoccupazione ai minimi, borsa alle stelle, tagli alle tasse appena varati e semplificazione delle regole. Sulla base di questi risultati, promuoverà l’agenda di «America First», invitando i colleghi a imitarla. Trump ha impostato la campagna elettorale contro gli effetti negativi della globalizzazione sulla classe media americana, ma sa bene quanto possa essere utile, perché la sua stessa azienda ne ha approfittato per concludere affari in tutto il mondo.

Il nodo degli scambi  

A patto però che gli uomini di Davos accettino i suoi correttivi. Primo fra tutti, un sistema di scambi che non penalizzi l’America, dalla possibile cancellazione dell’accordo Nafta ai venti di guerra commerciale con la Cina. E pazienza se 11 paesi asiatici vareranno comunque il Tpp senza gli Usa. Trump privilegia le relazioni bilaterali a quelle multilaterali, perché ritiene che questo approccio favorisca la forza unica e degli Stati Uniti, sconfinando se necessario nel protezionismo.

I tagli alle tasse e la riduzione delle regole che lui ha varato andrebbero imitati da tutti, ma se gli altri non lo faranno sarà meglio per l’America, che così attirerà gli investimenti delle grandi aziende globali. Stesso discorso per energia e sviluppo industriale, che lo hanno spinto ad uscire dall’accordo di Parigi sul clima, perché a suo avviso penalizzava gli Usa. La politica estera di Trump è apparsa abrasiva a molti alleati europei, ma lui non farà passi indietro su Corea del Nord, Iran, lotta al terrorismo, e i piani per ridefinire gli equilibri del Medio Oriente. Forse la sua base non capirà bene questa presenza a Davos, ma i toni chiariranno

che non è venuto per arrendersi.

Fonte:riscattonazionale.net

Ultima modifica ilDomenica, 04 Febbraio 2018 18:09

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.