BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down
Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 1445
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 1376
  • Joomla\CMS\Filesystem\Folder::create: Path not in open_basedir paths

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
PESCOCOSTANZO - NEL CUORE DEL PARCO NAZIONALE DELLA MAJELLA: Nel cuore degli altipiani carsici dell’Appennino abruzzese, a 1410 m s.l.m, come un gioiello di alta orificieria nostrana, incontriamo Pescocostanzo, uno dei Borghi più belli d’Italia, e d’Abruzzo.Un borgo di eccezionale bellezza che detiene un patrimonio architettonico civile e religioso CELANO - AQUILA IN DIFFICOLTA' NELLA STRADA CENTRALE DEL PAESE: Un bel esemplare di Aquila è stata notata per la strada provinciale di Celano. Subito allertati i Carabinieri Forestali, che in un primo intervento hanno evidenziato uno satto confiìuzionale del rapace, forse intossicato da un cibo. Solo dopo un paio PAGANICA - DONNA INSEGUITA DA UN GRUPPO DI GIOVANI, SALVA GRAZIE ALL'INTERVENTO DEI CARABINIERI: Una banale passeggiata con il cane si è trasformata in un incubo per una donna di Paganica che si è imbattuta in un gruppo di ragazzi: “Verso le 20 e 40 – racconta sui social – stavo passeggiando con il SULMONA - CONVEGNO PER RICORDARE MALVESTUTO, DELLA BRIGATA MAIELLA: Si svolgerà venerdì 1 marzo alle ore 17.30 nell'aula consiliare del Comune di Sulmona il convegno dedicato alla figura di Gilberto Malvestuto, ufficiale della Brigata Maiella scomparso un anno fa. Al patriota, "punto di riferimento essenziale per la storia dei drammatici CORFINIO - LA PRIMA CAPITALE D'ITALIA: In Abruzzo, in provincia dell’Aquila si trova Corfinio, la città che per un anno fu capitale d’Italia e dove fu coniata la prima moneta della Lega Italica Lo sapevi che la prima capitale d’Italia si trova in Abruzzo, più precisamente a SITI ARCHEOLOGICI ABRUZZESI - CORFINIUM: Corfinium è situata nella Valle Peligna. La città di Corfinium, per la sua marcata propensione all’indipendenza, si scontrò più volte con Roma, tanto che alla fine del conflitto nel 90 a.C. la città vide riconosciuta la cittadinanza romana. In questo NNUJE L’ANTICO SALAME ABRUZZESE: Le nnuje,è un prodotto tipico abruzzese, un salume di antiche origini diffuso in tutta la regione, in particolare nel Teramano. Le nnuje sono una specie di incrocio tra salsiccia e salame, realizzate con trippa e pancetta suina insaccate in un POSTE ITALIANE: ROCCA DI CAMBIO, AL VIA I LAVORI DEL PROGETTO - POLIS- PER L’UFFICIO POSTALE: Redazione-  Poste Italiane comunica che l’ufficio postale di Rocca di Cambio è interessato da interventi di ammodernamento per migliorare la qualità dei servizi e dell’accoglienza. La sede infatti è inserita nell’ambito di “Polis – Casa dei Servizi Digitali”, il progetto di 8 MARZO: IL LIBRO DI VALENTINA VENTI E LA MOSTRA DI SIMONE D'AMICO A BUGNARA: Redazione-  Venerdì 8 marzo 2024 a partire dalle ore 17.00, il Centro Studi e ricerche "Nino Ruscitti" ospiterà la mostra dell'artista sulmonese Simone D'Amico. A seguire la presentazione del libro di Valentina Venti "Per poi svegliarmi in un quadro" con PESARO CAPITALE ITALIANA DELA CULTURA: Redazione-  Poste Italiane comunica che oggi 26 febbraio 2024, viene emesso dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy un francobollo ordinario appartenente alla serie tematica “il Patrimonio naturale e paesaggistico” dedicato alla città d’Italia: Pesaro, Capitale italiana della

INQUINAMENTO DA TOLUENE NELLA PIANA DEL CAVALIERE . E QUELLO ACUSTICO?

In evidenza INQUINAMENTO DA TOLUENE NELLA PIANA DEL CAVALIERE . E QUELLO ACUSTICO?

Bruno Staroccia Conti

CarPe Librum-Libri in Movimento

Criticità tossiche ambientali e responsabilità degli Amministratori: il compito preciso dei Sindaci per la tutela della salute.

“ Legislatura 17ª - Aula – (…) seduta n. 550 del 09/12/2015

Senatrice Loredana  DE PETRIS

Ai Ministri della salute e dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare - Premesso che, a quanto risulta all'interrogante:

da alcuni mesi i cittadini residenti nei comuni di Oricola e Carsoli (L'Aquila) lamentano frequenti molestie olfattive, accompagnate da fastidi e irritazioni alle vie aeree, per effetto di emissioni di inquinanti provenienti dalla limitrofa area industriale(…)”-

 L'intero territorio nazionale è afflitto/piegato  a macchie di leopardo da  situazioni di inquinamento dell'aria, dell'acqua e del suolo, con criticità gravi quali l'ILVA di Taranto, la terra dei fuochi, il Veneto padano, ma anche Brescia e altri siti, senza escludere le polveri sottili che affliggono le grandi metropoli da sud a nord.. Una emergenza che si accompagna ai dati Eurostat (statistica europea) i quali evidenziano un incremento della mortalità lo scorso 2015 dell'11% le cui cause vanno ancora analizzate e i dati andranno disaggregati e articolati anche se sono i peggiori dal 1940 ad oggi.. A fronte di  un quadro emergenziale così inquietante ogni comunità dovrebbe vigilare sul proprio stato di ‘salute-salubrità’ambientale  ed essere informata tempestivamente senza delegare ai  saperi e ai poteri che, talvolta a porte chiuse, analizzano dati di cui la cittadinanza viene a conoscenza per sentito dire o in modo ballerino. Tra i compiti istituzionali del Sindaco in materia di salute: “Il sindaco opera in qualità di "autorità sanitaria locale", attribuzione questa riconosciutagli dall’ art. 13, comma 2 della legge n. 833/1978, la Riforma sanitaria.l sindaco è il responsabile della condizione di salute della popolazione del suo territorio. Il consiglio comunale condivide questa responsabilità. Allo stato attuale, per una modifica della legge 833/78 non sono più i sindaci a gestire il servizio sanitario anche se a essi sono affidati dal DLg 299/99 (decreto Bindi) poteri di programmazione, di controllo e di giudizio sull’operato del direttore generale delle ASL. I compiti del sindaco sono quindi comunque ampi, soprattutto il sindaco deve conoscere lo stato di salute della popolazione, deve prendere provvedimenti se le condizioni ambientali sono invivibili, se esistono pericoli incombenti e, per la direttiva Seveso, deve informare la popolazione dei rischi rilevanti cui è sottoposta.” (cfr Medicina Democratica)

 

Nello specifico della piana del Cavaliere abbiamo accennato in testa all’articolo ma  già riferito precedentemente  della interrogazione parlamentare presentata  dalla Senatrice Loredana De Petris  legata al Borgo di Oricola, dandone ampio resoconto

 

Per quanto ci risulta, sperando di essere smentiti, questa  problematica  dell'inquinamento da toluene è stata affrontata con scarsa pubblicizzazione e/o sufficiente  informazione alla popolazione  da parte delle istituzioni locali, non facendo  scaturire quella  partecipazione attiva della cittadinanza a fronte  di una denunciata  emergenza tossica  tutt’altro che irrilevante . Prima ancora di entrare nel  merito delle cause riguardanti  le molteplici patologie emerse nel nostro territorio,  sarebbe utile e necessario  approdare ad un 'referto epidemiologico' che misura l’insorgere di patologie nella comunità diverse statisticamente  dallo standard sanitario previsto, quantificando nella collettività (sommatoria dei casi individuali)  la maggiore o minore insorgenza di  quadri allergici, tumorali, neurologici e altro sottolineando che allo stato dei fatti sembrano esserci patologie anomale inquietanti emerse ed emergenti nelle nostre comunità.

 

Nella   riunione avvenuta il giorno 10/12/2015 nel Comune di Carsoli, presenti la Sindaco del luogo e il Sindaco di Oricola, a cui hanno partecipato l’ ARTA (Azienda Regionale Tutela Ambiente),  l’ASL (Azienda Sanitaria Locale), il Corpo forestale, sarebbero state  affrontate le tematiche  di cui l'interrogazione parlamentare è oggetto. Abbiamo notizia che non fossero presenti altri Sindaci oltre a quelli citati nonostante  che la piana del cavaliere sia a tutti gli effetti un centro direzionale di servizi per la più ampia e quotidiana frequentazione delle  popolazioni dei borghi afferenti, compreso quelli laziali della provincia di Rieti e di Roma.

L’ informazione su queste evenienze tossiche è  avvenuta sottotono nonostante  un recente  comunicato sul sito del Comune di Carsoli in data 19 us di scarsa efficacia divulgativa e con un approccio altrettanto inefficiente

 

.Per la conoscenza, la prevenzione, la diagnosi e la cura  in campo sanitario  vale l'adagio ippocratico 'primo non nuocere'.  La disinformazione, la non consapevolezza, diventa la Madre-premessa  di tutte le nocività.

 

.Recentemente abbiamo ripetutamente ascoltato   da una  fonte autorevole dell'Amministrazione regionale, l' espressione   che la nostra è una terra baciata da Dio e dalla natura. Vorremmo allora   sapere dai nostri Amministratori formati e competenti  in campo giuridico, sanitario, tecnico, scientifico, umanistico e lavorativo in genere,  come mai l'intervento umano (antropizzazione) ha reso questo presunto  dono Divino e naturale così nocivo Compito degli amministratori,  onere e onore assunti liberamente, è quello di mantenere  la fiducia che gli è stata rivolta senza registrare  reticenze in materia di salvaguardia del bene comune dell'aria, dell'acqua, del suolo, del diritto alla salute, della vita. La salute non è negoziabile, non è monetizzabile e tantomeno un riservato dominio per addetti ai lavori eletti o non eletti  alla guida della comunità.

Per integrare  il quaderno dei dolori (cahiers de doleances) e mantenere l’attenzione vigile sulla salute a tutto campo, accenniamo  anche a  ‘il rumore che avvelena’

Nessuna insonorizzazione acustica o protezione di altro tipo accompagnano il percorso della autostrada in prossimità del centro abitato di Carsoli…( la Ferrovia non fa testo con i suoi sporadici  amabili rumori da binario unico e la lentezza dei materiali in movimento).  Anche per l’inquinamento acustico forse  siamo trattati come  cittadini residuali dentro   un universo governativo  parallelo, “baciato da Dio e dalla Natura”, ossequioso  con i ‘poteri forti’ (omissis) ma …integerrimo coi ‘poteri deboli’ ragion per cui …(omissis) abbiamo imparato che ci sono molti tavoli e molte misure nel nostro paese per applicare la legge… registriamo comunque  più attitudini a comandare che a governare democraticamente partendo dal basso e anche per questo è sempre più difficile respirare.

 Lettura suggerita:

 Henrik Ibsen, Un nemico del popolo , Garzanti Editore.

Scritto nel 1882 in Norvegia, tratta della lotta minoritaria  contro l’inquinamento delle Terme in un piccolo paese che vive del turismo di queste..

Citazione:

 (…)“ I nemici in mezzo a noi più pericolosi della verità e della libertà, i nemici sono la maggioranza compatta (silenziosa). Sì, la dannata, compatta, liberale maggioranza (silenziosa) – è lei il peggior nemico “(…)

 

 

Aiutati che Dio ti aiuta

(fino all’ultimo respiro)

 

 

 

 

 

 

Ultima modifica ilVenerdì, 29 Gennaio 2016 21:07

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.