BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
SQUILIBRI | DOMANI 23 GIUGNO ULTIMA SERATA: Viaggi, miti, amori, talenti e tanto altro ancora sul palco del Festival Redazione-  Un intenso appuntamento con Stefania Andreoli, un viaggio interiore al tramonto con Ludovico Tersigni, un pubblico attento di fronte al racconto di un'amicizia ideale tra Anna Cherubini e GLI ASSALTI FRONTALI SABATO 22 GIUGNO A ORTONA (CHIETI) PER LA FESTA DI RADIO CITTA’ PESCARA: Redazione-  Sabato 22 giugno, dalle ore 15 alle ore 3, a Villa Ada, in contrada San Giuliano 7 a Ortona (Chieti), si svolgerà l'Early Summer Fest 2024 a sostegno di Radio Città Pescara. Una maratona che prevede 12 ore di L’ABRUZZO A LORICA, DAL 24 AL 28 GIUGNO PER RADUNO INTERAPPENINICO | AL VIA IL PRIMO DEI TRE RADUNI TECNICI: Redazione-  L’Abruzzo, risponde affermativamente alla chiamata per il primo Raduno Tecnico degli atleti FISI dello Sci Nordico Appenninico e lo fa attraverso l’apprezzata e giovane figura dell’atleta Alessia Basile e quella dell’allenatrice e preparatrice Elena Como. A ideare e proporre I NUOVI APPUNTAMENTI DELL’ESTATE ROMANA DAL 22 AL 25 GIUGNO 2024: Redazione-  In partenza un weekend all’insegna della cultura, dell’arte e dello svago con l’Estate Romana 2024, il calendario di iniziative promosse dall’Assessorato alla Cultura di Roma Capitale che, fino al 15 ottobre, animeranno tutta la città con proiezioni cinematografiche, spettacoli DIREZIONE IMPRESA MAGAZINE, LA PROMOZIONE DELLE IMPRESE MERIDIONALI E LA SCOPERTA DELLE OPPORTUNITÀ ECONOMICHE DI MONTRÉAL: Redazione-  La scorsa settimana è stata particolarmente importante per la promozione delle imprese e delle eccellenze italiane in Canada. Il giornalista Domenico Letizia, direttore della rivista trimestrale Direzione Impresa Magazine, ha svolto una missione a Montréal per incontrare la comunità LUCA MILANO (RAI KIDS) A PREMI MOIGE: - SCOPO DEL SERVIZIO PUBBLICO E’ QUELLO DI DIVERTIRE ED EDUCARE -: Redazione-  “Come servizio pubblico il nostro scopo è quello di divertire ed educare, ma anche formare, perché la tolleranza, l’inclusione, la parità di genere e la democrazia si imparano sin da piccoli”. Lo ha affermato il direttore di Rai Kids, DALLA MUSICA CLASSICA ALLE SONORITÀ ETNICHE AL VIA A ROMA - MELODIE IN VILLA -: Redazione-  Dalle musiche del Settecento, alle arie d’opera ottocentesche con uno sguardo alle melodie degli albori del Novecento, passando per il cantautorato italiano fino alle sonorità della musica etnica. In occasione della Festa della Musica 2024, prende il via Melodie ALL’AQUILA CONVEGNO SULLA L. 194/78. UIL ABRUZZO: - PIENA ATTUAZIONE DELLA LEGGE E MAGGIORI TUTELE PER LE DONNE -: Redazione-  Si è tenuto questa mattina al Palazzetto dei Nobili dell’Aquila l’incontro organizzato dal Coordinamento Pari opportunità Uil Abruzzo sulla Legge 194/78. Al dibattito su un argomento di grandissima attualità come quello dell’aborto volontario sono intervenuti: Ivana Veronese, segretaria nazionale Uil; Michele Lombardo, segretario generale Uil Abruzzo, Gianna Tollis, VENERDÌ 5 LUGLIO - L'ESTETICA DELLA DEFORMAZIONE. PROTAGONISTI DELL'ESPRESSIONISMO ITALIANO - E - A JOUR - |: Redazione-  Una delle stagioni più originali della cultura artistica italiana della prima metà del XX secolo è rappresentata dall’espressionismo italiano degli anni Venti-Quaranta che, pur sviluppato in gruppi e sodalizi più o meno definiti e longevi, ha apportato alla ricerca PASSEGGIATE PER GLI ABRUZZI DI FERDINAND GREGOROVIUS | PRESENTAZIONE MERCOLEDÌ 26 GIUGNO, ALLE 17.30, A ROMA: Redazione-  Mercoledì 26 giugno, alle 17:30, verrà presentato a Roma, presso il Senato della Repubblica – Sala Caduti di Nassirya (Palazzo Madama, 11) Passeggiate per gli Abruzzi nella settimana di Pentecoste del 1871 di Ferdinand Gregorovius (1821-1891), volume curato e

BELGIO, GIRO DI VITE SUGLI IMMIGRATI: ESPULSI SE NON INTEGRATI

BELGIO, GIRO DI VITE SUGLI IMMIGRATI: ESPULSI SE NON INTEGRATI Burqa

Burqa

 

Redazione-Il diritto di soggiornare in Belgio per gli immigrati non europei d'ora in poi sarà subordinato alla firma di una dichiarazione di adesione ai valori fondamentali del Paese, dalla libertà di espressione al rispetto delle donne, inclusa la lotta al terrorismo. Altrimenti ci sarà il rimpatrio. È la stretta "identitaria" decisa dal governo belga di destra, sull'onda degli attacchi terroristici della settimana scorsa, e spinta dal segretario alla migrazione Theo Francken del partito dei nazionalisti fiamminghi della N-va. Le tensioni a Bruxelles sono palpabili, e dopo i disordini degli hooligans la città ha deciso di vietare la manifestazione di sabato del movimento anti-Islam Gènèration identitaire.  Approvato alla velocità della luce poco più di una settimana dopo la strage terroristica ad aeroporto e metro, il progetto di legge - che deve però ancora ottenere l'avvallo del Parlamento federale - prevede che ogni «nuovo arrivato» in Belgio da fuori Ue che abbia l'intenzione di stabilirvisi, debba entro 30 giorni sottoscrivere una sorta di 'contrattò con lo Stato sul rispetto di valori e regole, e di impegno a imparare una delle tre lingue del Paese, a trovare un lavoro e a pagare le tasse. Rispetto della libertà di opinione, culto, associazione e orientamento sessuale, ma anche l'uguaglianza tra uomini e donne, gli obblighi nei confronti dei figli, oltre alla lotta al terrorismo sono i valori chiave menzionati nella lettera. In particolare, su questo ultimo punto, si chiede ai nuovi arrivati di «fare ovviamente tutto il possibile per prevenire e notificare alla polizia» qualsiasi tentativo di attentare alla vita altrui. Sarà l'Ufficio degli stranieri a verificare la firma e, con modalità ancora da definire, il rispetto di quanto sottoscritto. Altrimenti la persona si vedrà bloccare la procedura d'immigrazione.  L'obbligo di firmare questa lettera si applicherà solo ai ricongiungimenti familiari e ai migranti economici, non agli studenti nè ai richiedenti asilo in quanto sarebbe contrario alla Convenzione di Ginevra. Intanto le tensioni sociali a Bruxelles salgono, e dopo il divieto arrivato da polizia e sindaci alla manifestazione anti-Islam a Molenbeek organizzata dagli estremisti francesi di Gènèration identitaire, è lo stesso movimento che ha chiesto ai propri simpatizzanti di astenersi accusando di «codardia» la decisione delle autorità. E lanciando un avvertimento: «La gioventù non potrà restare eternamente muta. Gènèration identitaire, a Molenbeek come altrove, non ha ancora finito con gli islamici». Sintomo della situazione difficile che vive Bruxelles in questi giorni, anche il risultato di un sondaggio: da dopo gli attentati 3 persone su 10 evitano i luoghi pubblici, un dato che sale a 1 su 2 per gli intervistati di fede musulmana non solo per la paura di nuovi attentati ma anche per il rischio di aggressioni xenofobe.

Ultima modifica ilGiovedì, 31 Marzo 2016 22:21

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.