BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
L'AQUILA - L'AQUILA 1927 FEMMINILE SI RITIRA DAL CAMPIONATO DI SERIE C FEMMINILE: L'Aquila 1927 femminile non scenderà più in campo almeno fino al termine della stagione di serie C.Lo si apprende da una comunicazione ufficiale della società riportata anche sui propri canali social. "Nel sottolineare che i propri impegni sono stati onorati sotto GIULIANOVA - TRAGEDIA,FRATELLO E SORELLA MUOIONO LO STESSO GIORNO IN CIRCOSTANZE DIVERSE: Una tragedia che ha sconvolto un intero paese, quello di Giulianova. Un noto commerciante della zona, di 67 anni, si è tolto la vita all'interno della propria vettura in circostanze drammatiche. Subito dopo, una nipote appresa la notizia, ha cercato COCULLO - IL RITO DEI SERPARI, AL VIA L'ITER PER LA CANDITATURA UNESCO: Redazione-  Riprende con nuovo impulso l'iter per la candidatura a patrimonio immateriale Unesco della festa di san Domenico abate di Cocullo, più conosciuta come "Rito dei Serpari", ritenuta non solo una vetrina per il piccolo borgo, ma anche per gli PROFUMI D'ABRUZZO - POMODORO PERA D'ABRUZZO VARIETA' ANTICA E PREZIOSA: Redazione-  Il pomodoro pera abruzzese ha sostenuto l’economia della regione per secoli. Ma negli anni ’70, con l’arrivo del pomodoro ibrido industriale, più resistente e facile da coltivare, questa varietà stava andando perduta. Grazie al progetto di recupero della Regione ABRUZZO IN TAVOLA - LA PIZZA SCIMA ANTICA RICETTA DEL 600: Redazione-  La storia della pizza scema parte da lontano. Nella ricetta si fondono le influenze della panificazione romana e la tradizione gastronomica giudaica. A partire dalla fine del 1600 infatti, in seguito a un terribile maremoto che decimò le popolazioni COSENZA - GRANDE EVENTO DI PIZZICA SALENTINA A LATTARICO: Redazione-  Grande evento di Pizzica Salentina a Lattarico, in provincia di Cosenza. LA SCUOLA DELLE NOSTRE TRADIZIONI di Valentina Donato e Fortunato Stillittano, presenta Stage di Pizzica Salentina con i maestri STEFANO CAMPAGNA ( BALLERINO della notte della Taranta ) PARCO NAZIONALE D'ABRUZZO - I CUCCIOLI DELL'ORSA AMARENA SONO DUE MASCHI E SONO USCITI DAL LETARGO: Redazione-  Sono usciti allo scoperto, dopo il periodo del letargo e stanno bene i due orsi figli di Amarena, uccisa a fucilate il 31 agosto scorso a San Benedetto dei Marsi, a pochi passi dai due cuccioli di pochi mesi SCURCOLA MARSICANA - LA SCOSSA DI TERREMOTO IN SERATA BEN DISTINTA SUL TERRITORIO: La scossa di terremoto alle 22.11 a 4 km di profondità, con 3.1 di magnitudo, è stata ben distinta dalla popolazione, ma anche nel territorio di Tagliacozzo, Carsoli ed addirittura ad Agosta in provincia di Roma. Una scosssa ben distinta, SCURCOLA MARSICANA - TRE LE SCOSSE DI TERREMOTO NELLA GIORNATA: Redazione-  Sono tre le scosse di terremoto avvertite nella giornata di oggi a Scurcola Marsicana. La prima scossa è stata registrata alle 11.56 a 5 km di profondità, con 1.3 di magnitudo. In serata due scosse, una ben distinta dalla PIANA DEL CAVALIERE - DOPO I LIMITI DI VELOCITA' VOLUTI DALL'ANAS SULLA SS83 MARSICANA, QUANDO ARRIVERA' L'ORDINANZA PER LA TIBURTINA: L'Anas nella giornata di oggi a emesso l'ordinanza 55/2024/AQ per ridurre il limite di velocita' a 50 km/h e divieto assoluto di sorpasso, su gran poarte della SS 83 Marsicana, per le continue scorribande dei centauri nel fine settimana. Il

PER L'IMPRENDITORE FABIO DRAGONI L'ITALIA CON L'EURO FINIRA' COME LA DDR: IPOTESI EMISSIONE DI MINIBOT

Ex Ddr Ex Ddr

Redazione-L'Italia con l'euro finirà come la Ddr con il marco dopo la riunificazione tra Germania dell'Est e dell'Ovest: rovinata. Lo ripete da tempo l'imprenditore ed editorialista Fabio Dragoni, tra i più attivi anti-euro d'Italia, che in un intervista a Italia Oggi spiega perché la moneta unica ci sta condannando alla morte e come possiamo uscirne ancora sani e salvi. 

"Quando uno Stato si disfa della moneta e non può più usarla come leva, magari per svalutarla, finisce di svalutare sé stesso e il proprio lavoro - spiega Dragoni -, chiudendo imprese e delocalizzandone la produzione". Sta succedendo questo, da anni, in Italia, ed è già successo in Germania dell'Est dopo il 1990. "Con la caduta del Muro, ai tedeschi orientali fu proposta una parità uno a uno, fra marco occidentale ed ex comunista. All'inizio fu una pacchia, una rivalutazione del 400% del marco comunista. Poi si accorsero che la loro economia non poteva reggere quella parità folle: non si poteva produrre più con quei salari, acquistando le materie prime. Fu una desertificazione industriale, come sta accadendo in Italia. L'economia della ex Ddr finì fuori mercato. E quasi un milione di tedeschi orientali emigrarono. Ma emigrare parlando la stessa lingua, è facile. Lei ce lo vede un dentista greco andare a lavorare a Riga?". E anche oggi, che le cose in Germania vanno benissimo, i territori della ex Ddr restano l'area depressa del Paese di Angela Merkel.

Per Dragoni c'è solo una via d'uscita. Non la doppia moneta prospettata da Silvio Berlusconi ("Stampare una moneta nazionale da affiancare all'euro oggi non si può, viola i trattati europei da noi sottoscritti"), ma mini-Bot che permettano all'Italia una transizione morbida prima di uscire definitivamente dall'euro. L'idea, spiega l'imprenditore laureato alla Bocconi (con Mario Monti), nasce da una proposta di Claudio Borghi, economista ed europarlamentare della Lega Nord: "Tornare al regime in cui c'erano, in tutta Europa, valute nazionali, e una moneta comunitaria comune, per gli scambi, ossia l'ecu, con meccanismi di imbrigliamento delle oscillazioni dei cambi". In Italia la si potrebbe declinare così: "Buoni del Tesoro dello stesso taglio delle banconote euro, con cui lo Stato dovrebbe pagare i proprio crediti verso le imprese, grossomodo 70 miliardi, crediti Irpef, Iva ecc. Titoli irredimibili, dei quali cioè non può essere chiesta l'estinzione, ossia il pagamento, e senza interessi". I creditori potrebbero poi spendere questi mini-Bot "pagandoci le imposte future, i contributi pensionistici o di lavoro e la benzina. Presto diventeranno una moneta di scambio", un po' come accadeva con i vecchi gettoni del telefono utilizzati anche per pagare i gelati. Secondo Dragoni questo utilizzo collaterale dei mini-Bot non confligge con i trattati Ue "e potrebbe, in qualsiasi momento, sostituire la moneta comunitaria". "Secondo molti esperti - conclude - per sostituire una moneta, fra emissione e distribuzione, ci vogliono fra sei e nove mesi. Quando ce ne fosse

l'opportunità, saremmo pronti".

Fonte:liberoquotidiano.it

Ultima modifica ilDomenica, 10 Settembre 2017 14:09

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.