BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
OGGI SI FESTEGGIA SANTA BARBARA, LA MARTIRE DEL FUOCO: Oggi si festeggia Santa Barbara, protrettrice dei pompieri. Nacque a Nicomedia (Turchia). La fanciulla, il cui padre era conosciuto come uno dei più feroci persecutori dei cristiani, venne educata alle lettere ma si appassionò subito ai misteri cristiani. Per sentirsi più CARSOLI - TEST ANTIGENICI GRATUITI: I test gratuiti verranno eseguiti Venerdì 4, Sabato 5 e Domenica 6 Dicembre dalle ore 09,30 alle 17,30. NON DEVE ESSERE EFFETTUATA LA PRENOTAZIONE!!! I test antigenici potranno essere fatti dai cittadini: residenti o domiciliati a Carsoli e Oricola di età superiore CARSOLI - AVVISO BUONI SPESA - SOLIDARIETÀ ALIMENTARE: È stato pubblicato sul sito del Comune di Carsoli l’avviso contenente tutte le indicazioni per la presentazione della richiesta di contributo alimentare - BuoniSpesa. La platea dei beneficiari, persone e nuclei familiari in condizione di indigenza o necessità, può essere NUOVO DPCM - LIMITAZIONE AGLI SPOSTAMENTI TRA REGIONI: Il premier Conte ha pronunciato il nuovo DPCM.Dal 21 dicembre al 6 gennaio, in tutta Italia, sarà vietato spostarsi dalla propria Regione o dalla propria Provincia autonoma. Il 25 dicembre, il 26 dicembre e l’1 gennaio sarà vietato anche spostarsi ABRUZZO - MARSILIO COMUNICA CHE L'ABRUZZO RESTA IN ZONA ROSSA, PER ORA: L'Abruzzo resta nell'inferno ROSSO. La nota arriva dallo staff  di Marco Marsilio, presidente della Regione Abruzzo: qui era stata anticipata l'introduzione della zona rossa con ordinanza regionale che scade oggi. Negli ultimi giorni Marsilio ha sollecitato Speranza affinché fosse anticipato il GROTTE DI PIETRASECCA| NOMINA A COMPONENTE DEL COMITATO DI GESTIONE: Manifestazione di Interesse a Componente del Comitato di Gestione della Riserva Naturale Speciale delle Grotte di Pietrasecca SEN. DI GIROLAMO| CENTRALE SNAM OPERA DANNOSA: Redazione- Non posso che condividere in pieno il parere negativo espresso dal Comune di Sulmona nella Conferenza dei Servizi tenutasi questa mattina, nonostante l’assenza della ASL, impegnata da mesi sull’emergenza da covid-19 ed impossibilitata quindi ad espletare l’istruttoria per il MARCELLO PIERI| IN PUNTA DI PIEDI: Redazione- Arriva il 3 dicembre su Youtube il corto che racconta “IN PUNTA DI PIEDI”, il nuovo singolo di MARCELLO PIERI, registrato da Jonathan Costa e mixato da David Sabiu al Savana Studio di Forlì.“In punta di piedi – storia di una canzone” per la regia di Paolo ASSOCIAZIONE PRESENZA FEMMINISTA| FORMARE UNA COSCIENZA CIVILE SULLE QUESTIONI DI GENERE: Redazione- Un doppio appuntamento per conoscere più approfonditamente la Convenzione di Istanbul e quindi le questioni di genere. Questo lo scopo dei due incontri online organizzati e promossi dall’associazione di promozione sociale Presenza Femminista. Mercoledì 25 novembre e mercoledì 2 P. I. | ANCHE IN ABRUZZO IN ARRIVO I TEST ANTI-COVID PER I DIPENDENTI: Redazione- Poste Italiane lancia una campagna di test anti Covid-19 sui suoi 130.000 dipendenti. Lo ha annunciato il condirettore generale di Poste Italiane, Giuseppe Lasco, ai microfoni del TgPoste, il telegiornale aziendale, anticipando che dal 14 dicembre saranno somministrati ai

BONFIGLIO LIBORIO| SGUARDO SUL NOVECENTO

Fina-Rampino Fina-Rampino

Redazione- Il vincitore del Premio Campiello 2020, l’abruzzese Remo Rapino, con il suo “Vita morte e miracoli di Bonfiglio Liborio” è stato ospite del 33esimo incontro di “Un libro, il dialogo, la politica”, la rubrica in diretta Facebook curata da Michele Fina. Il confronto è stato l’occasione per evidenziare le particolarità di una storia che, oltre al prestigioso premio, ha ricevuto numerosi apprezzamenti e riconoscimenti da quando è stata pubblicata, circa un anno fa. In primis il linguaggio, per Fina “una costruzione linguistica particolare, che cattura fin dall'incipit. Non si tratta di dialetto sebbene abbia parole con inflessione dialettale (e un formidabile glossario finale). Il paese dove si svolge la storia non è mai citato, un po' come i luoghi di Silone: si riconosce Lanciano ma potrebbe essere qualunque altro che abbia quelle caratteristiche. Per questo è amato da ogni parte d'Italia”.  Rapino ha spiegato la centralità dell’elemento nella storia, tanto che in essa “il rapporto non è tanto tra gli eventi quanto tra il personaggio e la lingua. Si tratta di un flusso parlato, anche se pieno di dialettismi. Un italiano parlato male: del resto il protagonista è una persona di 84 anni che decide di scrivere la propria vita, non molto acculturata, uno che scrive come parla”. Strettissimo il rapporto tra il linguaggio e “la follia di Liborio, un’energia insopprimibile in grado di rovesciare le certezze e le verità che pensiamo di avere”. 


Fina vede Liborio come “un uomo che si scontra con la vita e non può che perdere. E’ un grande libro sulla solitudine: raccontandone una straordinaria spinge il lettore a fare i conti con la propria”. Una solitudine segnata dalla presenza del padre, che Liborio non ha mai conosciuto. L’autore ha detto che proprio “questa solitudine permette al protagonista di leggere gli eventi da una sorta di periferia esistenziale. Raccontando se stesso Liborio racconta la storia di un secolo: guardando il mondo come attraverso delle crepe, ne scova il senso nascosto. In questa storia il personaggio è immaginario, ma delle persone e dei luoghi ho avuto esperienza diretta o indiretta”.
La suggestione suggerita da Fina è quella di “un viaggio, fatto di molti luoghi, ma allo stesso tempo onirico. Per certi versi il protagonista ricorda certi personaggi felliniani. Ho immaginato che le pagine di questo libro possano trovare un seguito in teatro, nello stile di artisti come Ascanio Celestini”. Rapino al riguardo ha rivelato il progetto, in lavorazione, di lettura della storia in tutti i dialetti italiani. 


La seconda parte del dialogo è stata innescata dal Fina dalla richiesta all’autore di immaginare il suo personaggio cronologicamente più vicino a noi, magari nato negli anni Ottanta del Novecento, alle prese con le nuove ideologie, con fenomeni come il negazionismo. Rapino non ha avuto dubbi: “Oggi Liborio sarebbe in difficoltà. Se parliamo di periferie esistenziali, penso che si debbano recuperare rapporti come quello tra la politica e l’etica, la cultura, la partecipazione, in un momento storico in cui i codici sociali dominanti sembrano essere quelli negativi. Ecco, ci vorrebbero tanti Liborio per rovesciarli”. Fina ha concordato: “Occorre ricostruire il noi, ovvero quei luoghi a cui chi vive ai margini possa rivolgersi per vivere

una vita più consapevole nella risoluzione della propria condizione materiale”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.