BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
ATTACCO TERRRORISTICO A NIZZA| IL TUNISINO AUTORE DELLA STRAGE ERA STATO ESPULSO DALL'ITALIA: Redazione- L’autore dell’attentato di Nizza si chiama Brahim Aoussaoui, cittadino tunisino di 21 anni. Aoussaoui era arrivato a Lampedusa lo scorso 20 settembre. Quel giorno arrivarono sull’isola siciliana una ventina di barconi con a bordo soprattutto tunisini, tra cui il SEN. DI GIROLAMO| LA FERROVIA VELOCE ROMA-PESCARA SARA' UN'OPERA UTILE: Redazione- Ribadisco quanto già detto alla presentazione del progetto di prefattibilità del potenziamento della linea ferroviaria Pescara-Roma ed il conseguente corridoio trasversale per persone e merci.Una visione ecologica richiede di agire da subito per decongestionare i grandi centri urbani dove MARINELLI| GOVERNO E MAGGIORANZA REGIONALI INADEGUATI: Redazione- Mentre la maggioranza che governa la Regione Abruzzo si occupa di aumentare gli stipendi ai dirigenti e di regolare i conti interni dopo le sconfitte elettorali, confezionando un vero e proprio rimpasto in perfetto stile e in piena pandemia, FESTIVAL DELLA DIPLOMAZIA| IL FUTURO POST COVID: Redazione- La pandemia di Covid-19 ha cambiato radicalmente le vite dei cittadini di tutto il mondo e ha reso urgente la gestione condivisa dell’emergenza. Con i Paesi occidentali e in particolare europei alle prese con la seconda ondata, la “ricostruzione” LUCO DEI MARSI| MESSA IN SICUREZZA DEL TERRITORIO A RISCHIO IDROGEOLOGICO: Redazione-Salvaguardia del territorio, a Luco dei Marsi circa 200mila euro per la progettazione di messa in sicurezza delle aree a rischio idrogeologico.Proseguono a pieno ritmo i lavori dell'Amministrazione luchese, che incassa l'assegnazione dei fondi per la progettazione definitiva ed esecutiva MARCO CIGNOLI| LA MIA MERCEDES: Redazione- Da martedì 27 ottobre arriva in radio e in digitale il remix de “LA MIA MERCEDES” (Jab Media), il nuovo singolo di MARCO CIGNOLI, realizzato dal Dj spagnolo GAGO.«L'incontro con Marco Cignoli nasce per puro caso grazie al web. EUGENIA SERAFINI| OMAGGIO ALL'ORIENTE: Redazione- Presso il Circolo degli Esteri di Roma (Via dell’Acqua Acetosa 42), fondato nel 1936 con finalità di rappresentanza del Ministero degli Affari Esteri, è stata inaugurata venerdì 16 ottobre 2020, alle ore 18, la mostra personale dal titolo “Sguardo a Oriente” di Eugenia Serafini, AVEZZANO| L’UFFICIO POSTALE DI VIA MARCONI RIPRISTINA L’APERTURA POMERIDIANA: Redazione- Poste Italiane comunica che da oggi, martedì 27 ottobre, in concomitanza con il primo giorno di pagamento delle pensioni di novembre, l’ufficio postale di Avezzano 2 (via Marconi) tonerà disponibile con orario continuato dal lunedì al venerdì, dalle 8.20 MICHELE FINA| L'IDENTITA' DELL'APPENNINO: Redazione- L’identità e le prospettive dell’Appennino nel trentesimo appuntamento di “Un libro, il dialogo, la politica”, la rubrica in diretta Facebook di Michele Fina che ha dialogato con Piero Lacorazza (Fondazione Appennino) e Giuseppe Lupo, autore assieme a Raffaele Nigro PESCARA - IN CENTINAIA IN PIAZZA CONTRO NUOVO DPCM: Redazione- Centinaia dono state le persona riverdate in piazza, e nelle starde limitrofi, a Pescara per protestare contro le chiusure imposte dal Dpcm Conte: c'erano baristi, ristoratori, titolari di palestre, operatori di centri scommesse e sale bingo e rappresentanti di

"MOSCA BRUCIAVA",UN SOLDATO DI ORICOLA CON NAPOLEONE

Redazione-Mosca bruciava.Le fiamme altissime divoravano le casette di legno.Spandendo dappertutto scintille incandescenti.Il calore era insopportabile ed il fumo denso e nero faceva lacrimare gli occhi e ostruiva i polmoni."Dopo tanto freddo-pensò con ironia-un pò di caldo ci vuole".Ma era preoccupato.Molto.Dove avrebbero dormito?Cosa avrebbero mangiato?L'inverno era alle porte e già si sentiva odore di neve.

16 Settembre 1812-Napoleone aveva attaccato la Russia e il generale russo Kutozov aveva adottato il metodo di ritirarsi nella steppa immensa distruggendo tutto dietro di lui.Così la Grande Armata,cinquecentomila uomini,era stata attirata,risucchiata, verso la Capitale dello Zar,che ne aveva ordinato la distruzione.Sentì un clamore.Si avvicinò al gruppo di soldati,cenciosi,malati,feriti che avevano trovato una carcassa semi-putrefatta di un cavallo e lo stavano facendo a pezzi con le baionette,addentando i tocchi sanguinolenti,crudi,come animali feroci.Vomitò.Riuscì a trovare un rifugio per la notte.Dentro una vecchia carrozza  sfasciata, abbandonata in un terrapieno.Erano in tre.Dormì.Poi,qualche giorno dopo,iniziò la ritirata.Napoleone e suo cognato Murat,che comandava l'armata italiana,avevano capito che affrontare l'inverno russo in quelle condizioni,sarebbe stata la catastrofe.

19 Ottobre 1812- Ritirata.Fila,lunga,immensa,dolorosa.Prima neve.Avanti,passo dopo passo.Freddo.Sonno,fame.Morte portata dagli attacchi fulmieni e violenti dei cavalieri cosacchi che sciabole in mano,comparivano all'improvviso,uccidevano e sparivano come demoni.Con i neri cavalli galoppanti che sollevavano nuvole di neve."Hurrà" sentì urlare"Hurrà"! La carrozza di Napoleone passava a qualche centinaio di metri ma lui non lo vide.Non gli importò poi molto."Voglio dormire",voglio dormire,voglio dormire....No non devi,se ti fermi, se ti butti per terra,non ti rialzi più.Vedi quelle.... non sono statue di ghiaccio,sono i tuoi compagni.Adesso non si rialzeranno più.Riposano certo,ma è per sempre.No, vai avanti.Devi tornare..."Tornò.Simone De Sillo,chiamato Margotto.Contadino.Tornò ad Oricola.Unico soldato del paese ad aver partecipato alla spedizione di Russia.Uno dei pochi che riuscì a tornare.Aveva un piede congelato e un pò zoppicava.Lo venivano tutti a sentire quando,attorno al fuoco,raccontava con dovizia di particolari la terribile avventura.Quando Napoleone,l'Imperatore in persona,in piena ritirata,era passato in carrozza proprio vicino a lui,si era fermanto e lo aveva guardato in faccia;si proprio a lui!Come se lo conoscesse e l'aveva salutato con il gesto della mano.Riprendendo subito dopo il cammino nella steppa gelata.(di Tullio Lucidi)

Tratto da:"LA STRADA DI CASA",Storie da Oricola e dagli Oricolani.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.